23.2 C
Napoli
16 Agosto, 2022

Come controllare l’appetito?




Storie di vita quotidiana.

<< Hai appena concluso una normale giornata lavorativa e decidi di concederti una cena al tuo ristorante preferito. Mentre torni verso la tua auto, passi davanti ad una vetrina che mostra diverse torte e dolcetti, uno più allettante dell’altro, e attraverso la porta senti un denso aroma di caffè, cannella e cioccolato.

Prosegui dritto senza lasciarti tentare o ti fermi?

Anche se non hai fame dopo qualche minuto perso lì a lasciarti travolgere dalla vista e dagli odori allettanti vai dentro e prendi una bella fetta di torta al cioccolato e un espresso.

Più tardi quando arriva la notte e vorresti dormire, la teobromina del cioccolato e la caffeina dell’espresso ti tengono sveglio, ti chiedi… “Perché ho ceduto?!” >>



 Quali sono i meccanismi che ci spingono a mangiare anche quando non abbiamo fame?  

Possiamo controllarli? Come?

I meccanismi che ci spingono a cercare cibo sono due: FAME e APPETITO.

La fame è uno stimolo fisiologico che si verifica quando il corpo sente il bisogno di mangiare. È un istinto primordiale ed è generato dal cervello. La sensazione di fame è spesso sentita come una sensazione spiacevole e non importa cosa ci sia nel frigo, qualsiasi cosa potrebbe soddisfarti.

L’appetito, invece, è il desiderio psicologico di consumare cibi specifici, stimolato dai nostri sensi, soprattutto la vista e l’olfatto, o da ricordi piacevoli ed emozioni o stress. È quella sensazione colpevole che ti indurrà a mangiare una fetta di torta al cioccolato anche se non hai davvero fame.

Sebbene descriviamo la fame e l’appetito come entità separate, idealmente i due stati coesistono: cerchiamo cibi specifici e accattivanti per soddisfare il bisogno fisiologico di nutrienti.

D’altra parte, in casi particolari, è possibile avere un il bisogno fisiologico di cibo ma senza appetito. Questo stato può verificarsi con un disturbo del comportamento alimentare, chiamato anoressia, oppure può anche verificarsi con l’assunzione di farmaci chemioterapici.

Sia la fame che l’appetito vanno soddisfatti. Se il nostro appetito aumenta ci sarà sicuramente un motivo. I motivi potrebbero essere nutrizionali, biochimici o emotivi, ma la cosa più importante è riconoscere i segnali che il nostro corpo ci invia per riuscire a gestirli.

Sta ad ognuno di noi cercare di bilanciare questi due stimoli, in modo da sentirsi appagati dal cibo nutrendoci in modo corretto e senza eccedere.



Potrebbe non sembrare facile ma qualche buon consiglio potrebbe aiutarvi!

  • Preparate nella vostra cucina pasti belli alla vista e gustosi al palato, vi soddisferanno anche psicologicamente, senza però eccedere nelle porzioni.
  • Evitate di comprare al supermercato cibi molto elaborati, acquistando quelli più gustosi e limitando quelli ipercalorici ed iperlipidici, aiutandovi con le tabelle nutrizionali stampate sulle etichette.
  • Gli alimenti contenenti proteine ​​hanno un valore di sazietà migliore rispetto ai carboidrati e ai lipidi. Ciò significa che un vasetto di yogurt greco o un pancake proteico a colazione vi farà sentire sazi per un periodo più lungo rispetto ad una colazione con fette biscottate e marmellata o succo di frutta.
  • Preferite cibi voluminosi ricchi di acqua e fibre, un modo semplice è accompagnare i vostri piatti con un bel contorno di verdure.
  • Le bevande tendono ad essere meno soddisfacenti rispetto agli alimenti semisolidi e solidi. Ad esempio, mangiare un grappolo d’uva dà un senso di pienezza maggiore rispetto ad un bicchiere di succo d’uva.
  • I dolcificanti artificiali possono stimolare l’appetito, aumentando la voglia di carboidrati.
  • Mangiate lentamente.
  • Non mangiare distratti o di corsa, piuttosto preparatevi un bel piano d’appoggio, anche se a lavoro.
  • Lavate i denti dopo aver completato il pasto.
  • Infine se prima di coricarvi avvertite un certo languorino provate a bere un bel bicchiere di latte parzialmente scremato, oltre a riposare meglio eviterete di svegliarvi di notte in preda ad un attacco di fame.

InFORMAti dalla nutrizionista
A cura della Dott.ssa Marica Coppola

Seguimi su istagram
https://www.instagram.com/dottoressacoppolamarica/

Seguimi su facebook
https://business.facebook.com/dottoressacoppola/

 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli