12.8 C
Napoli
17 Aprile, 2024

PdS, Cuccurese: “Al Sud cittadini di serie B, lo confermano i dati YouTrend”.



Sulla base di un inveterato pregiudizio antimeridionale, il Sud sarebbe la palla al piede del Paese, la fornace in cui verrebbero sperperate e scialacquate da un popolo di allegre e scioperate cicale tutte le risorse economiche frutto dell’alacre ed indefesso lavoro delle formiche settentrionali. Peccato che i dati smentiscano questo cliché negativo: non è il Sud a campare sulle spalle del Nord, bensì è l’esatto opposto, come dimostrano anche gli ultimi dati “YouTrend” sulla ripartizione territoriale della spesa pubblica pro-capite. Per chi non l’avesse capito, si parla di quanto uno Stato patrigno e discriminatorio spende alla faccia dell’art. 3 della Costituzione per ogni cittadino in insegnanti, mense scolastiche, scuola-bus, assistenti sociali, medici, ospedali, pronto soccorso, trasporti locali e tanti altri servizi ancora che dovrebbero garantire l’unità della Repubblica per quanto concerne la fruibilità dei più basilari diritti di cittadinanza all’istruzione, alla salute e alla mobilità. 
Sul tema è intervenuto il Presidente del Partito del Sud, Natale Cuccurese. “Come andiamo ripetenda da anni, – ha scritto sul suo profilo facebook personale – la spesa pubblica a livello regionale mostra delle ampie differenze: si va infatti dai 38,2 mila euro per abitante destinati alla Valle d’Aosta ai 14,8 mila della Campania, a fronte di una media nazionale di 19,8 mila euro“.
In generale,  – ha proseguito Cuccuerese – la spesa pubblica per persona nel Nord è maggiore e supera del 38% quella destinata al Sud e alle Isole. Ora come si può pretendere che un campano o un calabrese sia “competitivo” con un lombardo o un veneto se ogni anno lo Stato spende dai 5/10 Mila euro in meno per lui. Dopo 18 anni sono almeno 90 Mila euro a vantaggio del cittadino del Nord“.
E’ quindi del tutto evidente che per questo Stato i cittadini meridionali sono di serie B, altro che Costituzione, altro che Fratelli d’Italia. Anzi proprio Fratelli d’Italia (il partito) insieme alla Lega (Nord) sta per rifilare la fregatura definitiva al Mezzogiorno con l’Autonomia differenziata, nell’indifferenza di chi dovrebbe garantire l’applicazione dei diritti costituzionali (per tutti i cittadini) e l’unità del paese”, ha concluso il Presidente del Partito del Sud.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli