test
30.5 C
Napoli
19 Giugno, 2024

Regionalismo differenziato, colpo di grazia al Sud. Ad opporsi il meridionalista Cuccurese



Il governo sedicente nazionale dei finti patrioti, i Fratelli d’Italia a metà, quelli del Nord, e degli altrettanto finti sovranisti della Lega, tanto prima e solo la Padania, e dei liberisti a trazione settentrionale di Forza Italia, ma sempre e solo a metà, sta per sferrare il suo colpo di grazia ferale al Sud tramite l’approvazione del ddl Calderoli sul regionalismo predatorio e discriminatorio, attraverso il quale verrà costituzionalizzata definitivamente la condizione subalterna del Sud come colonia estrattiva interna di risorse economiche e soprattutto umane.

Chi già da tempi non sospetti si è opposto a questo progetto eversivo dello spirito e della lettera del dettato costituzionale ed ha continuato coerentemente a farlo anche durante questa campagna elettorale è il Presidente del Partito del Sud-Meridionalisti Progressisti Natale Cuccurese, candidato alle europee come indipendente nelle liste di Alleanza Verdi-Sinistra Italiana. “Portiamo il meridionalismo in Europa”, ha più volte ripetuto Cuccurese nei suoi interventi pubblici, proprio per opporre al disegno discriminatorio del governo Meloni il progetto diametralmente della riunificazione sostanziale delle due Italie in un’ottica euro-mediterranea incentrata sui valori di pace, equità e solidarietà. 



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli