12.8 C
Napoli
17 Aprile, 2024

Lotta al regionalismo differenziato, cosa fare? La ricetta Villone: “Mobilitazione popolare, ricorsi e referendum”



Sabato 16 marzo, Napoli diventerà la capitale della mobilitazione contro il regionalismo differenziato e discriminatorio portato avanti dal governo Meloni, che, per quanto riguarda l’attuazione di questo progetto eversivo dello spirito e della lettera della Costituzione, non ha fatto altro che raccogliere il testimone dei precedenti governi Gentiloni, Conte I, Conte II, Draghi.

La manifestazione di marzo è il culmine di un pluriennale impegno di informazione e sensibilizzazione profuso da studiosi, intellettuali, giornali, associazioni, comitati, sindacati e partiti, a cui, bisognerà affiancare, ha sottolineato di recente il costituzionalista emerito della “Federico II” Massimo Villone (“il Quotidiano del Sud”, 28/02/2024), la lotta a livello giuridico-poltico sia tramite i ricorsi alla Corte Costituzionale, sia attraverso i referendum consultivi contemplati dagli statuti di alcune città e regioni meridionali, sia mediante un eventuale referendum abrogativo.

In ogni caso, sarà fondamentale la mobilitazione totale – istituzionale, politica, culturale e popolare – per creare un vasto e saldo blocco alternativo alla destra autoritaria, bellicista, razzista e discriminatoria attualmente al governo.    

   



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli