test
29.5 C
Napoli
18 Giugno, 2024

Il Museo del Novecento di Venezia Mestre ospita dall’8 all’11 maggio la quarta edizione del Festival Internazionale della Geopolitica europea



Il Ministro Raffaele Fitto e gli esperti di strategia marittima e Difesa europea i protagonisti della prima giornata del Festival Internazionale della Geopolitica europea. Entra nel vivo del dibattito la quarta edizione del Festival Internazionale della Geopolitica europea, che si svolge presso l’M9 – Museo del 900 a Venezia Mestre. La prima giornata ospita autorevoli interventi con tante personalità che approfondiranno e affronteranno diverse sfaccettature di analisi geopolitica con un approccio multidisciplinare.

Ad aprire i lavori vi sarà un video intervento di Raffaele Fitto, Ministro per gli Affari Europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il Pnrr. Successivamente si entrerà nel vivo del dibattito con i primi panel su “Disordine mondiale” ed “Europa e Cultura tra passato e futuro” che vedranno gli interventi di Manlio Graziano, Docente di Geopolitica delle religioni a “Science Po di Parigi”; Francesco Moraglia, Patriarca di Venezia; l’intervento da remoto di Elena Donazzan, Assessore all’istruzione della Regione Veneto e un video collegamento l’Ambasciata italiana negli USA. Dagli Stati Uniti d’America saranno collegati Maria Fusco, Direttrice dell’Ufficio Scuola dell’Ambasciata; Michela Carboniero, Primo Consigliere Culturale e gli studenti del Twinning Project. Successivamente interverrà Marco Bussetti, già Ministro dell’Istruzione e Direttore dell’Ufficio Scolastico della Regione del Veneto. Nel pomeriggio i lavori continueranno con il panel su “Adriatico, Mediterraneo Orientale, contrapposizioni e integrazioni” e gli interventi di Egidio Ivetic, Scrittore e Docente dell’Università di Padova; Arduino Paniccia, Analista geopolitico; Raffaele Speranzon, Senatore della Commissione Affari Esteri del Senato della Repubblica e Francesco Zampieri, Docente di Fondamenti di Strategia e di Strategia Marittima presso l’Istituto di Studi Militari Marittimi (I.S.M.M.) di Venezia, moderati da Gianandrea Gaiani, Giornalista, e Direttore della Rivista “Analisi Difesa”.

A seguire vi sarà un intervento di Farian Sabahi, scrittrice, ricercatrice senior in Storia Contemporanea all’Università dell’Insubria. La prima giornata del Festival Internazionale della Geopolitica europea di Venezia si concluderà con il panel dedicato alla “Difesa Europea e Sicurezza Internazionale” con un dibattito e un nutrito confronto tra Paolo Casardi, Ambasciatore e Copresidente del Circolo di Studi Diplomatici; Enrico Della Gatta, Vice presidente Responsabile Geopolitical Studies&Advocacy di Fincantieri; Lorenzo Guerini, Presidente del Copasir, Sabrina Zuccalà, Presidente della società di formulati nanotecnologici 4WardAerospace&Defence;  Stefano Cont, Generale dell’Agenzia europea per la Difesa; Pete Lapp, già agente del Federal Bureau of Investigation – Fbi che sarà collegato da remoto e Massimiliano Lauretti, Contrammiraglio dello Stato Maggiore della Marina Militare, moderati dal giornalista Rai Ettore Guastalla.

In quest’ottica, il Festival si propone di approfondire e divulgare le politiche geostrategiche dal punto di vista non della singola realtà nazionale ma da quello ultra statuale ed europeo. L’analisi del ruolo dell’Italia in Europa sarà esaminata in un contesto continentale allargato, come si rende indispensabile, in questa congiuntura storica. Obiettivo del Festival, organizzato dal Comune di Venezia, dalla Città metropolitana e dalla Rivista di Affari Internazionali “Atlantis”, con il sostegno della Regione del Veneto, in collaborazione con il Circolo di Studi Diplomatici, l’Ufficio Italiano del Consiglio d’Europa, Confindustria VenetoEurope Direct Venezia e Vela Spa, è quello di proporre Venezia quale centro internazionale di riflessione sulle dinamiche geopolitiche. I lavori del Festival proseguiranno il giorno successivo con nuovi approfondimenti e nuovi panel di discussione tra personalità ed esperti.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli