12.8 C
Napoli
17 Aprile, 2024

Cuccurese: “Se la sinistra non si definisce anche meridionalista è protoleghista”



Vorrei iniziare questo intervento ricordando l’abbandono del tema della Questione Meridionale, soprattutto negli ultimi anni sia a destra che a sinistra. Non è una particolare novità, già in passato, a parte una parentesi negli anni 50/60 del secolo scorso, la Questione meridionale è stata eclissata a favore soprattutto nell’ultimo trentennio di una inesistente Questione Settentrionale. Così che il Mezzogiorno si è trovato contro tutto il blocco del Nord costituito dai partiti della destra tutta e da molti di quelli di sinistra, in particolar modo nei suoi gruppi dirigenti. Come se non bastasse al Nord è spuntato anche un partito territoriale come la Lega con i risultati catastrofici per il Sud che tutti conosciamo, e con la preparazione della madre di tutte le fregature, quella definitiva per il sud, l’Autonomia differenziata che segnerà la fine dell’unità del Paese. Ovviamente la scelta dell’Autonomia differenziata è solo uno dei tanti scontri che avvengono in Europa tra interessi divergenti e quasi sempre di natura miserabile, come lo è la guerra“. Così, il Presidente del Partito del Sud, Natale Cuccurese, in occasione del suo intervento all’Assemblea nazionale di Transform!Italia: “Per la Pace”.

Così – ha proseguito Cuccurese – chi parla di Sud da sinistra è emarginato e diventa scomodo in assoluto, soprattutto da parte di quella sinistra che non parla di “questione meridionale”, perché teme di perdere i voti del Nord, ma facendo così perde progressivamente il consenso del Sud che rapidamente gli ha voltato le spalle, a conferma del divorzio fra sinistra e Mezzogiorno. In tutto questo disastro quindi per costruire l’alternativa popolare di sinistra alle parole d’ordine: antiliberista, ambientalista, anticapitalista, antifascista, femminista e pacifista, bisogna quindi necessariamente aggiungere meridionalista. Il meridionalismo infatti non è una corrente politica, ma un’attività di ricerca e di analisi storica ed economica sulla Questione Meridionale al fine di risolverla. Per cui se la sinistra non si definisce anche meridionalista è automaticamente protoleghista.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli