11 C
Napoli
23 Aprile, 2024

Comitati NoAd: “Partiti e sindacati si attivino per la mobilitazione di massa contro lo Spacca-Italia”



Da Napoli arriva chiaro l’appello ai soggetti organizzati del mondo politico e sindacale affinché esercitino in modo costante e continuo la responsabilità di un allargamento della mobilitazione, che spetta soprattutto a loro. Una responsabilità che esercitano anche per la loro funzione costituzionale e per i numeri che sono in grado di muovere. Solo così quello che oggi è una conoscenza e un contrasto ancora solo parziale all’autonomia differenziata potrà diventare un fenomeno di massa. Proponiamo pertanto che essi si impegnino: 1. in Parlamento venga esercitata ogni possibile forma di opposizione e ostruzionismo, pur consapevoli che il collegamento del ddl Calderoli alla legge di bilancio ne limita le possibilità; siamo certi che i deputati dell’opposizione sapranno utilizzare ogni risorsa politica e regolamentare per bloccarlo; 2. nella società, per far crescere la protesta capace di far pagare alle forze della maggioranza governativa un alto prezzo in termini di consenso, promuovendo ogni forma di lotta dalle manifestazioni, ai sit-in agli scioperi, per creare una frattura tra governo e Paese. E’ necessario porre questa maggioranza davanti alle proprie contraddizioni, servendosi di tutti gli strumenti che la democrazia offre; 3. nell’arena politico- culturale per individuare le vie dell’ampliamento della democrazia costituzionale, dei diritti sociali, dell’uguaglianza di tutti/ i/le cittadini/e ovunque esse vivano. Per quanto ci riguarda, continueremo a mobilitarci per l’unità e indivisibilità della Repubblica e per il ritiro del ddl Calderoli!“. Questo quanto in parte riportato sul comunicato stampa rilasciato dai Comitati e dal Tavolo nazionale NoAd dopo la manifestazione nazionale contro lo Spacca-Italia tenutasi a Napoli sabato scorso. (Foto di Bruno Santoro)



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli