15.1 C
Napoli
29 Febbraio, 2024

Terzigno: Domani ultimo atto per il Carnevale.




   Domenica 18 febbraio ultima uscita per le strade cittadine dei carri allegorici del Carnevale. Correva d’obbligo da parte della redazione sapere delle informazioni in più direttamente dai protagonisti e così abbiamo preso contatto con i due presidenti dei comitati, il mai domo Felice Avino sempre presente in queste manifestazioni del martedì grasso e punto di riferimento per l’associazione borghi Avini – Sant’Antonio e non solo e la new entry della manifestazione Antonio Del Giudice, comitato Figli del Vesuvio, giovane appassionato del territorio.

Allora cari presidenti, quando nasce il Comitato e quali sono le vostre linee guida?

Avino: La nostra associazione è ben radicata sul territorio e per ogni settore abbiamo veri e propri professionisti che raggiungono sempre l’obiettivo preposto. La nostra è ormai una squadra collaudata che lavora esclusivamente per il bene della città di Terzigno senza scopi.

Del Giudice: Il comitato nasce da un gruppo di amici di vita quotidiana con immenso amore per questo paese che tanto ci dà, ma allo stesso tempo tanto ci potrebbe donare. Ci siamo riuniti per metterci in gioco e per dimostrare che anche con piccole cose si possono raggiungere grandi risultati.



I vostri prossimi obiettivi?

Avino: In agenda abbiamo inserito un’altra data, utilizzando ancora il carro di Carnevale è nostro intento a fine giugno organizzare un carnevale estivo in via Salvatore Emblema, ti aggiornerò su questa situazione che abbiamo dato in esclusiva.

Del Giudice: Dopo questa manifestazione, riunione tecnica con il direttivo e stiliamo la nuova programmazione.

Analisi del Carnevale, i pro e i contro?

Avino: Quest’anno è stato un carnevale divertente sia per i grandi sia per i bambini. E’ una tradizione da non perdere assolutamente, anzi ringrazio per l’occasione che ci hai dato di invitare tramite queste pagine i giovani ragazzi del nostro paese a non mollare mai e di avere il coraggio di mettersi in gioco, questa è la giusta strada per non perdere questa bellissima tradizione. Analizzando nel dettaglio i pro sono tanti, dal sacrificio per la realizzazione del carro, allo spirito di aggregazione di un gruppo. Un elogio speciale alla mia squadra, hanno lavorato duramente senza sosta per regalare anche per quest’anno un sogno alla nostra Terzigno. Orgoglioso di loro! I contro, purtroppo la solita negativa burocrazia e puoi capire i tanti perché.

Del Giudice: Concordo sui pro espressi da Felice e aggiungo soprattutto la caparbietà del mio gruppo che ha portato a termine un percorso culminato in un piccolo grande successo. I contro sono soprattutto la difficoltà a recuperare fondi e quindi molto del lavoro è stato finanziato autotassandoci e purtroppo confermo che la burocrazia a tratti è assurda.

Un pensiero a chi?

Avino: Il Carnevale è gioia, allegria divertimento e aggregazione e l’intera cittadinanza in questo periodo ha bisogno di divertirsi senza pensare per un po’ ai tanti problemi che ci sono. I miei più sinceri complimenti all’altro comitato perché com’è nel loro nome non devono mai fermarsi, sono ragazzi di cuore che operano per il loro paese, non mollate mai e la stessa cosa la rivolgo alla quadriglia, un vero vanto per l’intera cittadinanza. Terzigno ha bisogno di tutti per risollevarsi, grazie a tutti.

Del Giudice: Voglio chiuderla in termini calcistici ringraziando la mia squadra, sono stati eccezionali e un singolo elemento per quanto eccelso da solo non va da nessuna parte, ringrazio gli sponsor per il loro contributo e ringrazio tutta la città di Terzigno.

Ringraziamo entrambi i presidenti e fissiamo appuntamento a domani per l’ultimo atto della manifestazione.  



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli