test
23.6 C
Napoli
19 Giugno, 2024

Napoli: truffa agli anziani, nuove tecniche per ingannare. Dalla telefonata si passa all’approccio in strada, tra le vie dello shopping. Il trucco del “compact disc”. Carabinieri eseguono misura a carico di un 47enne



Per delega del Procuratore della Repubblica, si comunica che i Carabinieri della Compagnia di Napoli Centro hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del locale Tribunale, su richiesta della procura partenopea, a carico di M.D.V., 47enne già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo è gravemente indiziato di truffa aggravata ai danni di anziani, in concorso con persona ancora non identificata.

Secondo quanto ricostruito dai Militari della Stazione Carabinieri di Napoli Chiaia, coordinati dalla Procura di Napoli, il 47enne ed il complice avrebbero avvicinato in strada un 74enne, presentandosi come impiegati di un negozio d’informatica.

Avrebbero poi affermato di dover consegnare al figlio della vittima due “compact disc”, uno del valore di 150 euro, l’altro di 200. Inducendo l’anziano in errore avrebbero, dunque, incassato la somma richiesta ed ottenuto un profitto ingiusto. Stesso copione, diverse le vittime, in altri 4 analoghi episodi, tutti commessi tra le vie del Quartiere Chiaia.

Ad una delle vittime, un 81enne, dopo aver inscenato la storia del compact disc, il 47enne avrebbe strappato dalle mani due banconote da 50 euro. Per questo risponderà anche di furto con strappo.

M.D.V. è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, ed il destinatario della stessa è persona sottopostaalle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli