12.1 C
Napoli
28 Novembre, 2022

L’Argentina si ferma al 10′ per celebrare Maradona




Oggi Diego Maradona avrebbe spento 61 candeline. L’Argentina celebra il mito in varie forme, principalmente calcistiche.

A partire dalla gara tra Racing e Defensa y Justicia di ieri, tutte le partite di campionato giocate questo fine settimana verranno interrotte alle 10 del primo tempo, quindi in ogni stadio verrà ricordato il miglior calciatore di tutti i tempi.

Così ieri sera al 10 minuto di Racing-Defensa y Justicia, l’arbitro tedesco Delfino ha interrotto il gioco per qualche minuto affinché il pubblico potesse acclamare Maradona con cori fragorosi e applausi. Sul grande schermo dello Stadio una foto di “Pibe de Oro” che ha vinto la Coppa del Mondo con l’Argentina a Città del Messico nel 1986.

Le grida di “Diego, Diego” e “Maradoo, Maradoo” si sono mescolate ad applausi, musica e lacrime, e poi il coro di “Chi non balla è britannico”. Tutti i presenti hanno iniziato a saltare sugli spalti, un drone è apparso in aria, indossando una maglia dell’Argentina n. 10 con la scritta “Maradona”.

Oggi e domani queste stesse scene andranno in scena in ogni stadio in Argentina, ma come suo simbolo, la squadra del cuore di Diego, il Boca Juniors, ha promesso di prendere misure speciali.

Inoltre, gioca contro il Gimnasia nella “casa” Bombonera di Diez. Maradona aveva allenato questo club prima di subire un intervento chirurgico al cervello, il che ha reso questa partita più stimolante e degna di essere attesa.

Tutto questo, anche se solo dal 16 novembre del prossimo anno, gli impianti calcistici argentini potranno accogliere nuovamente il 100% dei cittadini.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli