12.8 C
Napoli
17 Aprile, 2024

La reliquia del Beato Livatino lascia Napoli dopo quattro giorni di incontri e celebrazioni



La reliquia del Beato Livatino lascia Napoli dopo quattro giorni di incontri e celebrazioni. Il monito del Prefetto di Napoli: “esempio di giustizia e legalità per tutti”.

L’incontro guidato dall’Arcivescovo don Mimmo Battaglia con i giovani della Diocesi ha chiuso l’intenso programma di celebrazioni e incontri sull’esempio del Beato Rosario Livatino. La camicia intrisa di sangue che indossava nel momento dell’omicidio ad Agrigento il 21 settembre del 1990 questa mattina ha lasciato Napoli.

“Esprimiamo viva soddisfazione per la risposta del territorio che abbiamo registrato in questi giorni. Attraverso una previa preparazione abbiamo coinvolto oltre 500 studenti di dodici scuole del territorio – commenta don Vittorio Sommella, Parroco della Cattedrale di Napoli – che in Duomo hanno posto domande significative sui temi della giustizia e legalità attraverso attività di gruppo”.

Tutta la città coinvolta dinanzi al Beato Livatino. Dalla Via Crucis con magistrati e avvocati presieduta dal Cardinal Angelo Comastri, alla riflessione con i familiari delle vittime di reato con il Procuratore Melillo, all’incontro dedicato a tutte le forze che sul territorio sono impegnate nell’emergenza e soccorso. In questa occasione, il Prefetto di Napoli, Michele
Di Bari, ha lanciato un monito ad un impegno costante nella missione laica di chi risponde positivamente ai valori costituzionali che erano anche propri di Livatino.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli