13.5 C
Napoli
18 Aprile, 2024

Giro d’Italia: firmato Protocollo d’intesa tra Città Metropolitana e Comuni per le ‘tappe della bellezza’



Entra nel vivo l’organizzazione delle tappe del Giro d’Italia promosse dalla Città Metropolitana di Napoli, la Avezzano – Napoli, prevista domenica 12 maggio, e la Pompei – Cusano Mutri/Bocca della Selva di martedì 14, che offriranno, per il terzo anno consecutivo, ai 700 milioni di telespettatori e appassionati di 190 Paesi in tutto il mondo le straordinarie bellezze di Napoli e della sua area metropolitana: tappe fortemente volute dal Sindaco Gaetano Manfredi nell’ottica del piano di promozione e valorizzazione dell’intero territorio che tanti frutti sta portando in termini di rilancio del brand, turismo e sviluppo.

È stato sottoscritto questa mattina, infatti, nella sede di piazza Matteotti, il Protocollo d’intesa che stabilisce i ruoli e i rapporti che la Città Metropolitana, il Comune di Napoli, il Comune di Pompei e gli altri Comuni che saranno attraversati dalla Corsa rosa dovranno svolgere per la migliore riuscita del programma che vedrà i corridori, per la prima tappa, attraversare i Campi Flegrei per giungere, poi, nel capoluogo con una volata sul Lungomare, mentre per la seconda, partire dalla città degli scavi archeologici più famosi al mondo, lambire il Parco archeologico di Longola, dirigersi verso Nola e le Basiliche Paleocristiane di Cimitile per lasciare l’area metropolitana partenopea in direzione Sannio.

A firmare il documento il Sindaco Manfredi, nella veste anche di primo cittadino del capoluogo, il Sindaco di Pompei nonché Consigliere Metropolitano, Carmine Lo Sapio, città di partenza della tappa del 14, e i Sindaci e i delegati dei Comuni di Bacoli, Boscoreale, Camposano, Cicciano, Cimitile, Giugliano in Campania, Monte di Procida, Nola, Palma Campania, Poggiomarino, Pozzuoli, Roccarainola, San Paolo Bel Sito e Striano. All’evento sono intervenuti anche il Vicesindaco metropolitano, Giuseppe Cirillo, e il Consigliere Metropolitano Delegato a Sport, Giovani ed Eventi, Sergio Colella. Presenti i Consiglieri Metropolitani Felice SorrentinoGiuseppe PezzellaLuciano Borrelli e Domenico Esposito Alaia.

L’intesa: Ruoli e competenze

In virtù dell’intesa, la Città Metropolitana ha assunto l’impegno di coprire economicamente le spese necessarie per ospitare le tappe sul territorio – pari a 300mila euro, già stanziati – e a dare il più ampio risalto alla manifestazione ciclistica attraverso i propri canali social e il portale istituzionale, dove verrà allestita una apposita sezione, acquisendo anche materiali di comunicazione dai comuni interessati al fine di diffondere un’immagine coordinata dell’area metropolitana tutta. L’Ente di piazza Matteotti si è impegnato, altresì, a intervenire nei tratti stradali di propria competenza per tutte le attività manutentive e di controllo richieste dall’organizzazione della manifestazione ciclistica. I Comuni di Napoli e Pompei hanno assunto il ruolo di capofila per le tappe di competenza, per cui si occuperanno di tutti gli aspetti amministrativi con RCS Sport e parteciperanno, inoltre, alla promozione dell’evento insieme agli altri Comuni, che hanno assunto su di sé, dal canto loro, tutti gli oneri di competenza territoriale derivanti dalla manifestazione.

Il Giro d’Italia nella Città Metropolitana di Napoli anche per la 107ª edizione

La tappa toccherà, quindi, alcuni dei luoghi più belli al mondo, come Napoli, i Campi Flegrei, Pompei e la sua straordinaria area archeologica, l’area vesuviana, il Nolano: una Città Metropolitana colma di tesori da scoprire.

“È proprio grazie al nostro straordinario patrimonio – ha affermato il Sindaco Manfredi – che siamo riusciti a ottenere per la terza volta consecutiva, cosa che l’organizzazione non concede quasi mai, il passaggio del Giro d’Italia sul nostro territorio. Il Giro rappresenta una grande vetrina internazionale, un potente veicolo di diffusione delle nostre bellezze e dei nostri valori. Lavorando tutti insieme, con questo spirito di forte coesione e sinergia istituzionale che abbiamo registrato oggi, riusciremo a raggiungere grandissimi risultati”.

Un calendario di eventi collaterali per la valorizzazione del territorio e la diffusione dei valori della cultura e dello sport

 Successivamente alla firma del Protocollo si è tenuta anche una riunione della Cabina di regia istituita per la promozione di eventi e attività collaterali al passaggio del Giro volti alla promozione dei valori dello sport, della legalità, della solidarietà e della cultura in un’ottica di valorizzazione del territorio metropolitano, con il coinvolgimento di istituzioni, università, CONI, federazioni sportive, associazioni e altri attori e partner che hanno aderito alla richiesta di partecipazione della Città Metropolitana. Presenti, tra gli altri, il Commissario di Governo per Caivano, Fabio Ciciliano, il Coordinatore della Commissione straordinaria per Caivano, Filippo Dispenza, la Vicedirettrice dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, Adriana de Manes, il Capitano di Vascello della Marina Militare Italiana Aniello Cuciniello, Italo Testa, docente dell’Università Federico II di Napoli in rappresentanza del delegato del Rettore, Antonio Pescapè, la delegata del Centro di Giustizia penale minorile della Campania, Giuseppina Cioppa, e Rino Nasti in rappresentanza della Federazione Ciclistica della Campania.

In particolare, con l’avvicinarsi delle date delle tappe si svolgerà l’iniziativa “La Scienza in Bicicletta”, in collaborazione con la Federico II, che prevede una serie di incontri e seminari rivolti, in particolare, agli studenti delle scuole superiori con l’obiettivo di aumentare la conoscenza legata allo sport trattando argomenti quali la programmazione urbana, la nutrizione, la biomeccanica, la tecnologia, la sociologia del mezzo ciclistico, per fare alcuni esempi. Una tappa è prevista anche allo stadio Collana di Napoli, in collaborazione con il CONI Campania. L’intervento si concluderà con un open day ad ampia partecipazione che si terrà in un istituto scolastico di Caivano il 13 maggio, il giorno in cui i corridori riposeranno.

“Mare di Vita e di Storia” – in collaborazione con la Marina Militare, il Corpo Generale delle Capitanerie di Porto, il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, le Aree Marine Protette della Campania, per la direzione Scientifica dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, con il patrocinio della Fondazione Falcone – prevede, invece, l’impegno degli attori istituzionali nel supporto alla divulgazione scientifica, presso gli Istituti scolastici superiori di primo e secondo grado dell’area metropolitana, del valore della ‘risorsa Mare’, che sarà costeggiato per la quasi totalità della tappa con arrivo a Napoli.

In programma, inoltre, “Corsa alla Legalità”, un concorso rivolto, in varie sezioni, agli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, ai giovani delle scuole secondarie di secondo grado di Caivano e ai giovani affidati al Centro di Giustizia Penale Minorile, che prevede workshop e produzioni artistiche, da parte dei ragazzi, sul tema della connessione tra sport e legalità.

“È fondamentale utilizzare il Giro per legare Caivano a elementi di positività, liceità, disciplina ed educazione”, ha affermato Ciciliano, mentre Dispenza ha evidenziato l’importanza di “rivolgersi ai giovani perché essi costituiscono il futuro, ma soprattutto il presente di un territorio per troppo tempo abbandonato e preda della criminalità organizzata. Ringraziamo, per questo, il Sindaco Manfredi per averci coinvolti”.

Tra gli altri eventi previsti, l’esibizione di orchestre giovanili presso il villaggio che sarà allestito il giorno della tappa sul lungomare di Napoli; attività di valorizzazione del patrimonio enogastronomico messe in campo dal comune di Terzigno e da altri comuni del Vesuviano, che prevede anche un gemellaggio con Cusano Mutri; diverse iniziative del comune di Giugliano con le scuole e contro la violenza sulle donne nell’area archeologica di Liternum; iniziative con l’ADOS per la donazione di sangue e la sensibilizzazione per la donazione degli organi.

In programma anche un insieme di eventi nelle aree archeologiche, nei Comuni e nei quartieri attraversati dal Giro d’Italia, per un calendario che prevederà il coinvolgimento anche di altri partner del mondo istituzionale e associazionistico.

Il passaggio del Giro costituirà l’occasione per approfondire il tema della mobilità sostenibile e green per la Città Metropolitana, soprattutto in seguito all’approvazione in via definitiva del PUMS, il Piano Urbano di Mobilità Sostenibile cui è collegato il Biciplan, il piano di piste ciclabili sul territorio che servirà a implementare l’uso della bici come mezzo di trasporto non inquinante per i cittadini.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli