22.4 C
Napoli
30 Maggio, 2024

Brusciano Festa dei Gigli 2022 la conferenza stampa



La Festa dei Gigli di Brusciano, in onore di Sant’Antonio di Padova, riprende a vivere, dopo la necessaria sospensione per motivi sanitari a superamento della sofferta Pandemia da Covid 19, con la ballata del “Giglio per la Pace” di domenica 28 agosto 2022, dalle ore 19.00 alle 24.00, sulle spalle dei cullatori nell’unitaria “Paranza Bruscianese” al comando del Sindaco Avv. Giacomo Romano, con l’affiancamento tecnico dei capiparanza dei Gigli di Brusciano e la conduzione musicale della band con il giovane sassofonista Michele Saccone e la partecipazione per un fertile scambio intergenerazionale di musicisti veterani fra cui Sergio Parrella e Maurizio Saccone. Quest’ultimo è anche autore di una elaborazione musicale per la sfilata della fanfare di sabato sera 27 agosto 2022.  La canzone per questa speciale occasione si intitola “Bruscianesità”, testo di Michele Denaro, composizione musicale del tastierista Sergio Parrella che la suona con Michele Saccone ed è cantata da Alberto Di Maiolo e Michele Denaro, come presentato in conferenza stampa, curata dalla giornalista Carolina Cassese, presso l’Aula Consiliare del Comune di Brusciano, venerdì 20 agosto 2021 e ripreso dal giornalista e sociologo Antonio Castaldo per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, e postato con l’assistenza di Giuseppe Pio Di Falco all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=18MXMCDFr5Q.

In un secondo video è stato presentato l’emozionate tributo alla Festa dei Gigli di Brusciano nella ineccepibile forma visiva e poetica del duo Gennaro Ronda e  Giacobbe Granato.  Alla conferenza Stampa erano presenti insieme al Sindaco, Avv. Giacomo Romano, il Vice Sindaco, Avv. Salvatore Travaglino, l’Assessore alla Cultura, Monica Cito, il Vice Presidente del Consiglio Comunale, Giovanni Auriemma con alcuni Consiglieri Comunali, il funzionario comunale, Antonio Di Maiolo e il progettista di rivestimenti dei gigli, Filippo Di Pietrantonio,  qui come portavoce di Antonio Toppi il costruttore del “Giglio della Pace”, già impegnato nell’allestimento dell’alzata della “Borda” nel centro storico di Brusciano. Inoltre erano presenti i rappresentanti dei Gigli di Brusciano: per l’Ortolano, Luigi Monda; per il Parulano, Raffaele De Rosa; per i Lavoratori, Vittorio Angelillo; per la Gioventù, Angelo Mocerino; per la Croce, Antonio Ruggiero: per il Passo Veloce, Mario Parrella. Tutti al cospetto di una platea di numerosi giornalisti e caloroso pubblico cittadino.

Il Sindaco Romano ha così concluso il suo accorato intervento: «Il 28 agosto, giorno in cui la città si illumina d’immenso e raggiunge l’apoteosi, abbiamo un appuntamento con la storia e per scrivere la storia c’è bisogno di responsabilità, rigore e disciplina, perché non ci mette solo la faccia l’Amministrazione e il Sindaco. C’è Don Salvatore a fianco a me, ci sono tutti i comitati che sono compartecipi di questa grande manifestazione, ma quello che deve uscire fuori dalla città è che Brusciano è in grado di dare un segno indelebile in questa festa meravigliosa che è la Regina delle feste folcloristiche. Quindi auguri a tutta la città, auguri a tutti quanti noi, e che sia la Festa per la Pace, di Sant’Antonio e la festa della ripresa definitiva per Sant’Antonio e per Brusciano e la Bruiscianesità».

L’intervento completo del primo cittadino è stato ripreso e postato per IESUS all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=fz52NOPnpZw. Il Parroco di Brusciano, Don Salvatore Salvatore, nel suo coinvolgente intervento di morale e catechesi, ha rimarcato «Tre grandi No:  ad un “vittimismo puerile; alla “nostalgia canaglia”; ad una “religiosità senza fede”» come esplicato compiutamente nella registrazione del giornalista e sociologo Antonio Castaldo per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, postata con l’assistenza di Giuseppe Pio Di Falco all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=LCPU9sd1YBo .

L’Assessore alla Cultura, Monica Cito ha prima ricordato il Maestro Tonino Giannino e poi illustrato il programma della Festa dei Gigli di Brusciano 2022. Mercoledì 24, alle ore 19.30 Celebrazione della Santa Messa in piazza XI Settembre. A seguire processione del Santo per le vie cittadine; Mercoledì 24, ore 21.30 apertura della mostra fotografica “La Festa dei Gigli di Brusciano, Fede e folklore”; Giovedì 25, ore 21.00 esibizione musicale degli alunni delle scuole del territorio con il maestro Mario Gervasio, in piazza XI Settembre; Esibizione scuole di ballo del territorio in piazza XI Settembre; Venerdì 26, ore 21.00 Spettacolo musicale “La vita di Carosone” Culture e tradizioni musicali a confronto; Sabato 27, ore 18.00 Sfilata della Fanfara. Parenza dal parco Sant’Antonio con arrivo in piazza Vittoria, dove i comitati si alterneranno sul palco per le esibizioni musicali.

Il sindaco consegnerà ai capi-paranza, un fischietto d’oro; Domenica 28, ore 11.30 Celebrazione della Santa Messa presso la chiesa madre di Santa Maria delle Grazie; Domenica 28, ore 18.00 celebrazione dei Vespri nella chiesa madre di Santa Maria delle Grazie.

A seguire benedizione dell’obelisco della Pace, in via Semmola; Domenica 28, ore 19.00, Alzata Giglio e inizio della Ballata; Lunedì 29, ore 10.00 apertura laboratorio artistico per bambini “ Gigli: cartapesta e arte figurativa” presso il Museo Cripta Cristo Rivelato di Brusciano; Lunedì 29, ore 19.00 Celebrazione della Santa Messa (del lunedì della Festa) presso la chiesa madre di Santa Maria delle Grazie; Lunedì 29, ore 21.00 in piaza XI Settembre, Rappresentazione teatrale del Miracolo di Sant’Antonio “ Cortaucci. E fu subito Festa” con la partecipazione di Gianni Savarese; Presente in piazza uno stand di Finger food “i sapori della tradizione”; Martedì 30, ore 21.30 Chiusura della Festa con serata musicale in collaborazione con Aicast, in via Cucca, altezza Casa Comunale



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli