07222019In evidenza:

Brusciano: Ecco il progetto del Giglio Ortolano di Pasquale Terracciano per la Festa dei Gigli 2019

A Brusciano, sabato 25 maggio, presso la sede dell’Associazione onlus “Giglio Ortolano 1875”, in Via Semmola, è stato presentato il progetto della veste dell’omonimo obelisco che parteciperà alla “Festa dei Gigli”, 144esima edizione. E’ stato lo stesso autore, lo scenografo Pasquale Terracciano, a presentare il suo complesso lavoro sintetizzato con il titolo “Un Museo…..Teatro all’aperto” come nelle immagini riprese dal sociologo Antonio Castaldo per IESUS, Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali

Alla presentazione, fra gli astanti, vi erano il Presidente dell’Associazione, Luigi Monda con la sua famiglia e il decano dei progettisti dei Gigli a Brusciano, Filippo Di Pietrantonio, l’ex Presidente del Consiglio Comunale, Luigi D’Amato, ed il debuttante giovane poeta, Raffaele Tramontano, rispettivamente figlio e nipote d’arte, di papà e nonno, Fiore D’Amato, Sciurillo, indimenticabile fondatore e leader della Paranza “Volontari Bruscianesi 1978” la stessa che cullerà, come magistralmente è stato per il quarantennio precedente, il Giglio dell’Ortolano nella “Ballata dei Gigli di Brusciano in Onore di Sant’Antonio di Padova” domenica 25 agosto 2019.

L’obelisco ligneo di 25 metri che sarà costruito in Piazza Gramsci, punto di inizio e fine del percorso rituale, dal Gruppo NAL da Nola, secondo la suggestiva e ricca progettazione di Pasquale Terracciano, verrà rivestito con la fine lavorazione in cartapesta riproducente alcune citazioni dalla storia dell’arte, della pittura e della scultura, della letteratura e della mitologia antica.

E quindi l’occhio del visitatore seguirà con curiosità e stupore le linee, i volumi, i colori e le sfumature dell’arte che incontra la Bibbia con la “Creazione” di Michelangelo per la Cappella Sistina in Vaticano; Romolo, Re di Roma e il “Ratto delle Sabine”; la “Venere” di Botticelli; la “Favola di Filèmone e Bàuci” tratta “Metamorfosi di Ovidio”; “Guernica” di Pablo Picasso; il “Concetto Spaziale”, di Lucio Fontana; il “Bacio” di Gustav Klimt; la “Piccola Danzatrice di 14 anni” di Edgar Degas; le “Tre Grazie” del Canova.

Il sociologo Antonio Castaldo ha osservato che «questa è solo una semplice descrizione perché l’effetto finale si potrà apprezzare sul luogo dell’evento, con qualche sorpresa visuale, appena accennata dal progettista Pasquale Terracciano, al quale vanno, ancora una volta, i meritati complimenti. Si tratta di un notevole contributo alla ripartenza, dopo le travagliate e scomposte edizioni degli ultimi anni, della Festa dei Gigli di Brusciano. “Orgoglio e Passione” il tradizionale binomio identitario della Paranza Volontari e la coscienza, della fatica produttiva e della meritata pausa festiva, della tradizionale base sociale del Giglio dell’Ortolano” continuano nelle nuove generazioni con la partecipazione alla Festa dei Gigli di Brusciano in onore di Sant’Antonio di Padova».

Quest’anno la 144esima edizione avrà luogo dal 21 al 27 agosto 2019. Alla “Ballata dei Gigli” di domenica 25 agosto parteciperanno con i propri obelischi queste 5 Associazioni dei Gigli: Croce; Gioventù 1985; Ortolano 1875; Lavoratori; Passo Veloce.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento