12.8 C
Napoli
17 Aprile, 2024

Autonomia differenziata: Cercola presente alla manifestazione dei sindaci del sud per rivendicare il rispetto dei diritti costituzionali. Sindaci caricati.



Sabato 16 febbraio, si è svolta a Roma la manifestazione a cui hanno partecipato più di 800 sindaci di comuni della Campania e del sud con in testa il Presidente della Regione Campania, Vicenzo De Luca, per protestare contro la riforma sull’Autonomia differenziata. A parte maggiore potere alle regioni, servirebbero diversi miliardi di euro per finanziare il trasferimento di competenze. Si tratta di un’ipotesi che appare molto costosa, ci sarebbe, quindi, una crescita del bilancio regionale ed un ridimensionamento di quello statale, per via della diversa allocazione del gettito fiscale. Se il bilancio dello Stato si ridimensiona, come farà quest’ultimo a garantire i diritti su tutto il territorio nazionale? Ci sarebbe quindi un problema di ricollocazione di risorse a livello nazionale. Per questo molti sindaci, che gestiscono tutti i giorni problemi dei cittadini, hanno deciso di portare il proprio dissenso a Roma, sotto il Parlamento dove si sta discutendo e votando la riforma. Tra i sindaci Campani che hanno partecipato c’era il sindaco di Cercola, Biagio Rossi, che insieme ad alcuni consiglieri di maggioranza, Paudice ed Aprea, e gli assessori Manzo ed Ilardo, hanno manifestato il loro dissenso –“Era importante essere presenti, a valle anche della mozione presentata in consiglio comunale dal PD, ed accolta da tutto il consiglio comunale, era doveroso prestare la nostra vicinanza al Presidente De Luca, alle regioni del sud e ai cittadini dei nostri comuni, contro questo modo di voler continuare a dividere l’Italia. Cercola è stata presente, è stata in prima linea, per rivendicare il diritto delle regioni del sud a trasferimenti equi, per un’Italia che possa essere veramente unita, e che ci possano essere gli stessi diritti e gli stessi servizi su tutto il territorio nazionale”.

È vero che siete stati bloccati dalla polizia? –“Si è vero, ci hanno spinto ed spintonato per farci allontanare. Eravamo in tantissimi tutti con la fascia, i poliziotti ci hanno compresso e caricato senza motivo. È stata una manifestazione riuscitissima, tanti sindaci tutti insieme, indipendentemente dal colore politico, eravamo lì per i nostri territori e i nostri cittadini ed è stato veramente un atteggiamento vergognoso nei confronti di una manifestazione totalmente pacifica. Si chiedeva un incontro con il premier, o il ministro della coesione che è stato rifiutato”.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli