21.8 C
Napoli
14 Agosto, 2022

Al Maradona buona la prima. 2 0 al Venezia. Ora servono rinforzi




Il Diego Armando Maradona ritrova finalmente i propri tifosi all’esordio di questo campionato che si prospetta avvincente e combattuto e con un Napoli che sa il fatto suo, guidato da Lucianone Spalletti.

Oggettiva differenza tra le compagini, dove l’umile Venezia di Zanetti poco può fare al cospetto dei più talentuosi ed esperti padroni di casa nonostante la superiorità numerica per 70’ venuta fuori per una scellerata ed inopportuna reazione di Osimhen ad inizio gara, che si vede spiattellare in faccia un rosso a dir poco “generoso”, subito dopo Zielinsky è costretto a lasciare il campo per un infortunio al ginocchio (sperando nn sia nulla di grave).

Primo tempo privo di sussulti di nota ma nella ripresa un Napoli diligente trova il pertugio giusto con Mario Rui (uno dei migliori) che si procura un penalty, che ahimè, Capitan Insigne spreca malamente, poi Di Lorenzo (eccellente) dopo una splendida incursione, si procura un altro calcio di rigore dopo pochi minuti, e lo stesso 24 da buon leader, si ripresenta dal dischetto realizzando la rete vantaggio azzurro. Controllo agevole dei padroni di casa, non tarda ad arrivare al raddoppio che chiude la sortita con Elmas coadiuvato da Gaetano e Lozano ( appena entrati) che gli servono la palla del 2-0 che mette in cassaforte la vittoria degli Azzurri.

Ottime prestazioni dei due esterni bassi, da rivedere Lobotka in regia, Fabian ancora non al top e Manolas di tanto intanto distratto ma ben assistito dal solito gigante Koulibaly che mette fine ad ogni minimo tentativo dei lagunari.

Testa a Marassi dagli ex gemellati grifoni per la prossima gara sperando di recuperare qualche acciaccato e che il mercato, in chiusura ci regali qualche tassello manca come il pane, tale da completare “finalmente” questa rosa.

Aldo Nocera

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli