9.1 C
Napoli
2 Febbraio, 2023

Stretta contro l’abusivismo e i reati ambientali nel nolano. L’Esercito e Forze dell’Ordine chiudono 5 aziende e multe per più di 1 Milione euro




Il 24 novembre, con ordinanza della Questura di Napoli, che ha interessato i comuni del nolano, San Vitaliano, Nola, Scisciano e Marigliano, sono state sequestrate 5 attività commerciali, denunciate 8 persone, confiscati 21 veicoli ed elevate sanzioni per circa 460 mila €. L’operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Casalnuovo e Nola e il ROAN di Napoli, Cavalleggeri delle “Guide” 19°, Polizia di Stato di Nola, Polizia Municipale e ASL Veterinaria di Nola e Saviano e Carabinieri di San Vitaliano e Saviano.

Anche questa settimana, con un imponente dispiegamento di uomini e mezzi sul territorio, il Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano ha pianificato e condotto, in stretto coordinamento con le forze di Polizia, una serie di controlli mirati contro abusivismo e reati ambientali. In particolare tra il 21 e il 25 novembre, a Sant’Anastasia con la Polizia Metropolitana, a Nola con i Carabinieri della locale stazione, a Villa Literno con i Carabinieri Forestali e a Castel Volturno con la Polizia Municipale, hanno sequestrato due attività commerciali e elevato ammende per quasi 700 mila €.

Notevole efficacia stanno dimostrando le attività di sorvolo sia mediante droni dell’ Esercito, dei Vigili del fuoco e della Agenzia Area Nolana, sia con gli aeromobili del Raggruppamento aeronavale Campania della Guardia di Finanza. Questi ultimi, in particolare, hanno accompagnato le azioni di controllo ottenendo direttamente ottimi risultati, fra i quali 460.000 di sanzioni e cinque aree sequestrate.

L’impegno delle donne e degli uomini dello Stato nella “Terra dei Fuochi” è incessante e continua a colpire in modo mirato e selettivo le attività illegali, l’abusivismo, lo smaltimento illecito di rifiuti e il malaffare, a favore e in difesa di cittadini e territori.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli