13.5 C
Napoli
18 Aprile, 2024

San Giorgio a Cremano: Riapre via Figliola, chiusa per gli interventi della Gori sull’alveo tombato. In estate verrà riqualificata l’intera Piazza del Pittore



Ha riaperto via Figliola chiusa lo scorso 18 marzo per gli interventi della Gori in piazzetta del Pittore e lungo le arterie che vi si innestano, in seguito alla perdita idrica e fognaria verificatasi il 24 gennaio.

La società, al fine di ridurre i disagi al minimo ha modificato il piano di intervento, limitando i lavori al primo tratto di via Figliola prospiciente la piazza.

Così, questa importante arteria di collegamento con il comune di San Sebastiano al Vesuvio è stata resa nuovamente percorribile, limitando i disagi di viabilità e assicurando maggiore sicurezza.

Successivamente, una volta terminati gli interventi strutturali con travetti prefabbricati in cemento che copriranno l’alveo tombato nell’area interessata, in cui sono stati effettuati i lavori idraulici, riaprirà tutta Piazza del Pittore. Presumibilmente entro il 20 aprile.

“Ringrazio la Gori per essere intervenuta con velocità ed aver ridotto al minimo  i tempi di lavorazione rispetto a quelli previsti – ha detto il Sindaco Giorgio Zinno – comprendendo le difficoltà verificatesi in questi giorni di provvisoria chiusura per tutti i cittadini”.

Oltre agli interventi della Gori, si sono innestati altri enti di sottoservizi per la realizzazione della rete in fibra ottica su questa porzione di territorio che vede il fulcro in piazzetta del Pittore e che si dirama sulle strade adiacenti.

Lavori che continueranno senza soluzione di continuità. In questo modo, in virtù di un accordo tra i gestori di telefonia e Gori, e con l’ok del dirigente dell’ente Alfonso Raho e dell’assessora Gemma Scognamiglio, è stato ottimizzato questo lasso di tempo per incrementare i servizi ai cittadini.

Non appena sarà terminata anche la realizzazione della rete in fibra ottica, verranno completati i lavori con la ripavimentazione complessiva della piazza in estate in modo da non creare nuovi disagi.

I lavori si erano resi necessari quando, a seguito delle indagini per la risoluzione del problema, la Società decise di intervenire per ammodernare la rete idrica di adduzione principale, soprattutto nella parte più antica che attraversa l’alveo.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli