18.9 C
Napoli
25 Maggio, 2024

Pollena Trocchia. Per l’inizio dell’anno scolastico arriva un maxi finanziamento per edifici ad energia quasi zero!



Pollena Trocchia riapre l’inizio dell’anno scolastico con quasi un milione e duecentomila euro di finanziamento per la trasformazione del plesso Viviani da edificio efficientato a struttura ad energia quasi zero, ossia capace di consumare quasi esclusivamente l’energia che è in grado di produrre autonomamente. Abbiamo incontrato il sindaco Esposito e l’assessore all’istruzione Cianniello.

Sindaco in campagna elettorale ci sono state tante promesse, anche sugli edifici scolastici a che punto siamo? –“Per quanto riguarda l’asilo nido è partito il bando di gara per la gestione del bene, a cui hanno partecipato 6 cooperative. Questo è un asilo nido di ambito e quindi oltre ai cittadini di Pollena potranno accedere anche i cittadini dell’ambito 24 Cercola, Massa e Volla. È in corso la nomina della commessione per la valutazione delle offerte pervenute. In breve si avrà una risposta per la definizione della scelta del contraente”. Che novità ci sono per la scuola media in ristrutturazione? –“In primis siamo in dirittura d’arrivo per quanto riguarda la ristrutturazione, e l’ultima buona notizia in ordine di tempo per il comune di Pollena Trocchia, è che nelle scorse ore ha ricevuto la conferma dalla Direzione Efficienza Energetica di GSE, la società a completa partecipazione del Ministero dell’economia e delle finanze che gestisce i servizi energetici nazionali, dell’accoglimento della richiesta di prenotazione degli incentivi per la trasformazione energetica. Questo comporta un elevato risparmio per i costi della l’amministrazione comunale e per tutta la cittadinanza, oltre ad un efficientamento energetico”.

Emergono gravi criticità per i ragazzi e le ragazze in età scolastica, avete in mente dei progetti concreti che possono essere messi in campo dall’amministrazione comunale nella scuola? Può il comune aiutare concretamente le famiglie oltre i contributi regionali e ministeriali? –“Noi crediamo fortemente che sia fondamentale occupare i ragazzi durante l’arco della giornata non solo in ambito scolastico ma anche fuori. Cercare di creare attività che li impegnino, non a caso noi approfittando dei fondi del PNNR per la realizzazione di un palazzetto dello sport che diventa centro di aggregazione, con i fondi della rigenerazione urbana andremo a recuperare l’area sportiva che è un altro punto di aggregazione, quindi sono due punti che raccolgo due aree distanti tra loro, uno che assorbe il vecchio centro civico e la seconda che assorbe la nuova area di sviluppo il Parco Europa. A tutto ciò vanno associate iniziative di carattere culturale: come il recupero della vecchia Casa Comunale come centro di aggregazione, il Palazzo Cappabianca dedicato alle associazioni, Palazzo Sant’Angelo. Tutti questi palazzi sono oggi oggetto di una progettazione con fondi coperti anche per l’esecuzione, altri con fondi del PNNR e fondi della rigenerazione urbana”. I ragazzi che sono andati a scuola per diverso tempo in moduli scolastici, quando ritorneranno in classe? –“Il rientro in classe è previsto per gennaio 2024, perché la scuola media ha fatto tutti gli interventi strutturali richiesti ed ora siamo nella fase di finitura che è molto più veloce e semplice”. Voi come amministrazione siete stati contestati per il mancato rientro nelle classi ad inizio anno. -“Ristrutturare una scuola, facendo dei cambiamenti ed efficientamenti strutturali non è pensabile in tempi brevi. Ovviamente c’era la necessità che la scuola fosse vuota per apportare cambiamenti del genere, quindi abbiamo ritenuto più opportuno prendere moduli scolastici per far frequentare la scuola in orari normali agli alunni, senza far fare doppi turni in altre scuole tutto ciò avrebbe comportato un aggravio per famiglie e ragazzi”. Un augurio per l’inizio di questo anno scolastico? –“L’intento dell’amministrazione comunale è quello di lavorare per il benessere immediato di tutti e per la crescita futura che è legata indissolubilmente alla crescita dei nostri ragazzi. Buon lavoro a loro e raccomando tutti loro di trattare la scuola come casa propria, la loro aula come la loro cameretta perché a tutto ciò  è legato il futuro loro e di tutti quanti noi”.

Assessore Cianniello cosa vogliamo dire di più e cosa augurare per questo nuovo anno scolastico? “Non ci poteva essere notizia migliore in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico. Le risorse, ammontanti per la precisione a un milione e 184mila euro, saranno infatti destinate all’efficientamento energetico del plesso Viviani dell’I.C. “Gaetano Donizetti”, che diverrà dunque un edificio a energia quasi zero: è un importante messaggio, dalla duplice valenza. Da un lato testimonia l’interesse costante di questa amministrazione al mondo della scuola, dall’altro proprio dalla scuola, che ha il compito di formare le future generazioni, fa partire un’azione di rinnovamento forte, tesa a sostituire vecchie forme di energia con nuove, più sicure, pulite e rispettose dell’ambiente. Alle insegnanti, i dirigenti, le famiglie e gli alunni auguro un buon inizio di anno scolastico, spronandoli a considerare i lo studio ed i libri le vere armi dei quali servirsi per confrontarsi. L’istruzione la cultura devono essere il faro che deve illuminare il futuro di questi giovani che sarà poi la futura classe dirigente del nostro territorio”.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli