21.7 C
Napoli
20 Giugno, 2021

Palma Campania: “adozione regolamento referendario ” inammissibile



A Palma Campania si è concluso da qualche ora il  consiglio comunale in sessione straordinaria tenutosi questa mattina dalle ore 12:30 presso la sala consiliare.

Al punto 8 una delle tematiche spinose  che coinvolge ed infiamma ormai da più di un anno gli animi politici e non : la  disponibilità ad un sito di compostaggio anaerobico sul territorio .

Questa volta a fare da protagonista è  la richiesta di adozione di un regolamento referendario collegato alla precedente presentazione di una serie di fogli ,da parte di un comitato civico territoriale ” terra nostra ”   , con l ‘apposizione di 4393 firme ( di cui 2744 sono di cittadini palmesi e la restante parte di cittadini dei comuni limitrofi ) che si batte per il no al sito  : tale adozione  però a causa di una serie di vizi di forma è inammissibile .

Come è stato sottolineato in primis la petizione non e stata fatta seguendo i dettami legislativi vigenti e dunque tale raccolta pecca di non valenza poiché non fatta seguendo i criteri imposti dalla legge .

In secondo luogo , per ciò che riguarda l’adozione del regolamento, anch’esso di rimando non è stato chiesto in conformità della legge ,precisamente dell’articolo 31 dello statuto che lo regolamenta.

Per tali motivi, pur volendo ,l’amministrazione non ha potuto fare altrimenti.

Va specificato pertanto che, per ciò che concerne la bozza di regolamento referendario presentato dalla minoranza ,quest’ultima è stata inoltrata agli uffici preposti affinché si possa ,partendo proprio da tale bozza ,stilare un regolamento legislativamente valido e che dia la possibilità poi di poter chiamare la cittadinanza a esprimere la propria idea mediante  referendum .

Alla base resta pertanto anche la presentazione di una petizione valida :  se non viene fatta in conformità non ha valenza .

Dunque non” un fare spallucce ad una dimostrazione di volontà di una parte di cittadini ” ma l ‘ invito e la necessità che venga fatto tutto secondo le leggi .

Come il primo cittadino e alcuni esponenti della maggioranza hanno sottolineato a più riprese :

“Non deve passare il messaggio che la maggioranza abbia ignorato la voce  dei 2744 cittadini che hanno firmato ,ma anzi se si è qui a discuterne è proprio perché chiediamo che le cose vengano fatte bene per essere accolte… è stato impossibile per noi poter esprimere il nostro favore nell’ adottare un qualcosa che la legge disciplina in modo diverso  “.

(Olga Vicinanza)

 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli