11.8 C
Napoli
3 Marzo, 2024

Il Carnevale di Palma Campania nel segno dell’inclusione sociale




Il Carnevale di Palma Campania impreziosisce il ricco calendario di eventi con uno spettacolo interamente dedicato al sociale che, domenica scorsa, ha catturato a suon di emozioni in musica gli spettatori.

A rendere unica e coinvolgente l’atmosfera ci hanno pensato i docenti e gli studenti dell’Isis “Rosmini” ed i componenti dell’associazione “Le Muse per l’Oro”, che si occupano di favorire – attraverso l’insegnamento di strumenti musicali – l’integrazione di persone affette da patologie invalidanti.

La scuola guidata dal dirigente scolastico Maria Grazia Manzo ha contribuito a rendere davvero speciale l’evento promosso da Nicola Montanino, presidente della Fondazione Carnevale di Palma Campania.

Sul palcoscenico allestito presso la tensostruttura di via Vecchia San Gennaro, i docenti referenti dell’iniziativa, le professoresse Claudia Ferrara e Anna Miranda, hanno coordinato le performance musicali dei giovani alunni del “Rosmini”, magistralmente guidati dai Maestri Giuseppe Leone, Rolando Costagliola, Antonio D’Arienzo e Gaetano Amoruso.

In veste di presentatrice un’altra giovane alunna del liceo Classico, Giacinta Perrotti, frequentante la classe I A.

Lo show ha fatto emergere l’impegno della scuola palmese sul piano dell’inclusione sociale, ma anche della valorizzazione della storia, della cultura e delle tradizioni del territorio palmese, a cominciare dal Carnevale: la manifestazione è stata difatti caratterizzata dalla sfilata di abiti del periodo aragonese, indossati da ragazze e ragazzi degli indirizzi Classico e Scientifico, mentre tra le esibizioni musicali ha risaltato in particolar modo quella dedicata ai Canzonieri del Carnevale di Palma Campania: l’orchestra del liceo Musicale, con la partecipazione degli studenti del liceo Classico e Scientifico, ha presentato una carrellata mozzafiato di brani provenienti da almeno 60 anni di musica.

D’altro canto, grandi emozioni hanno dispensato i componenti della “Bandita Sbandata”, gruppo musicale allestito dall’associazione “Le Muse per l’Oro”, un team parzialmente costituito da giovani musicisti disabili, che da oltre 12 anni portano in giro il racconto del loro mondo, al fine di sensibilizzare la società sulla questione legata all’inclusione ed all’educazione del rispetto verso chi si sente emarginato.

E non è tutto, perché il Carnevale di Palma Campania continuerà a sostenere la causa sociale anche durante i giorni clou della kermesse: grazie ad una convenzione stipulata di ENS (Ente Nazionale Sordi), sede di Napoli, arriveranno a Palma Campania degli interpreti del linguaggio dei segni che avranno il compito di descrivere quanto accade le esibizioni delle Quadriglie, a beneficio di quanti non possono apprezzare suoni e canti della grande Festa mascherata.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli