18.1 C
Napoli
19 Maggio, 2024

Amalfi: un eco-compattatore dedicato alla raccolta delle bottiglie di plastica



Da mercoledì 17 gennaio 2024 in funzione il Mangiaplastica: prevista la possibilità di attivare meccanismi premiali in futuro. La Città di Amalfi sempre più ecosostenibile grazie all’implementazione delle nuove tecnologie a servizio della raccolta differenziata. Dopo l’impiego dei cestini intelligenti collocati in diversi punti del centro storico e del fronte mare, entra in funzione – da mercoledì 17 gennaio 2024 – il nuovo “Mangiaplastica”, ovvero un eco-compattatore dedicato alla raccolta delle bottiglie di plastica in pet.

Collocato in Piazza Spirito Santo il nuovo macchinario è stato finanziato interamente con un contributo di circa 29mila euro assegnato dal Ministero della Transizione Ecologica in seguito alla scelta dell’Amministrazione Comunale di Amalfi, guidata dal Sindaco Daniele Milano, di aderire al “Programma Sperimentale Mangiaplastica”.

«L’obiettivo che si intende raggiungere è quello di contenere la produzione di rifiuti in plastica, favorire la raccolta selettiva e migliorare l’intercettazione e il riciclo in un’ottica di economia circolare – spiega l’Assessore Ilaria Cuomo – L’eco-compattatore è molto semplice e immediato da utilizzare e avrà un impatto positivo sulla raccolta differenziata, ma è importante che tutti i cittadini facciano la loro parte utilizzandolo per lo scopo per cui abbiamo deciso di installarlo. Vogliamo dare l’opportunità alla popolazione di avere le strade più pulite e con meno plastica».

L’eco-compattatore, infatti, raccoglie esclusivamente le bottiglie in pet e si attiva con l’avvicinamento al lettore ottico della propria tessera sanitaria dalla parte del codice a barre. Una volta che l’utente sarà abilitato all’uso dell’apparecchio potrà inserire la bottiglia con il codice a barre rivolto verso l’alto. Per un funzionamento più celere è disponibile anche una app sia per sistema IOS che Android (Mangiaplastica Green Points) che permette ad ogni utente, previa registrazione, di monitorare i propri conferimenti.

In questo caso la macchina potrà funzionare anche senza l’impiego della tessera sanitaria e più semplicemente attraverso la generazione di un QR-code da scansionare con il proprio smartphone e che permette l’aggancio del profilo al codice fiscale di ciascun utente.

Per il futuro, sono allo studio meccanismi premiali dei comportamenti virtuosi: l’apparecchio “Mangiaplastica” infatti, è abilitato per permette agli utenti di conferire le bottiglie in plastica, accumulando “green points” per ogni conferimento.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli