24.5 C
Napoli
17 Agosto, 2022

Tra presidi ed assemblee riparte la mobilitazione contro l’autonomia differenziata




Appoggiato dal governo Draghi ed in continuità con i precedenti governi Gentiloni, Conte I e Conte II, coerentemente al suo credo etno-liberista, il sistema-Nord mira ad istituzionalizzare ed a rendere strutturale e permanente lo storico divario tra Nord e Sud Italia tramite l’approvazione della bozza di legge quadro sull’autonomia differenziata, che la Ministra per gli Affari regionali e le autonomie, la forza-italiota Mariastella Gelmini da Brescia, si è fatta “dettare” dai satrapi lombardo-veneti ed emiliano-romagnoli.

Contro il tentativo di rendere non solo definitivi ma anche legittimi i divari sociali, economici e territoriali che attraversano il Paese, il “Tavolo per il No all’Autonomia Differenziata” promuove per il mese di giugno due importanti iniziative di mobilitazione politica: un presidio previsto per mercoledì 22 a Roma, via della Stamperia 8, dalle ore 12:30 alle ore 15:00, in concomitanza con l’incontro tra la Ministra Gelmini ed i Presidenti di Regione; un’assemblea online per venerdì 24, alle ore 18:00, per discutere sulle iniziative di continuazione della lotta.

    



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli