10.3 C
Napoli
3 Dicembre, 2021

Terra dei Fuochi: controlli e sanzioni a Napoli e Saviano




Nell’ambito delle attività di repressione e prevenzione dell’abbandono illecito di rifiuti provenienti da utenze domestiche, industriali e agricole, mirate anche alle discariche abusive il Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano su base Reggimento Cavalleggeri “Guide” (19°), secondo le direttive  stabilite dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della “Terra dei Fuochi” ha svolto, a seguito dei recenti incontri tecnici, un’operazione di controllo straordinario contro lo smaltimento illecito e sulla prevenzione di roghi industriali, artigianali e commerciali nel comune di Napoli e nel Comune di Saviano.

Il 06 agosto sul territorio di Napoli sono entrati in azione 1 equipaggio dell’Esercito Italiano congiuntamente ad un equipaggio della Polizia Municipale di Napoli per un totale di 5 unità interforze, nelle località e nei siti in cui abitualmente vengono abbandonati e quindi conferiti in modo illecito i rifiuti sul territorio.

Nel Comune di Saviano (Na) invece, si è svolta un’operazione interforze di 2° livello integrata dalle forze di polizia con l’impiego di 9 equipaggi per un totale di 21 unità interforze.

Nel corso delle attività operative, a Napoli è stata sequestrata 1 attività imprenditoriale e commerciale, è stata identificata e denunciata 1 persona, è stata sequestrata un area di circa 200 mq, e comminate sanzioni per  5337,00 euro.

Nel Comune di Saviano, invece, una pattuglia dei Carabinieri  congiuntamente ad una pattuglia dell’Esercito hanno controllato e sanzionata un autofficina, successivamente hanno effettuato posti di controllo e sicurezza dell’area di operazione; mentre le pattuglie della Guardia di Finanza, dell’Esercito, della Polizia di Stato e  della Polizia Municipale hanno effettuato posti di controllo soprattutto mirati agli autoveicoli furgonati e hanno svolto servizi di sicurezza nell’area di operazione.

Durante l’attività era presente anche personale dell’Agenzia di sviluppo area nolana, che con i droni dotati di camera termica hanno rilevato nell’alveo Santa Teresella  almeno 10 Mc di rifiuti tra cui materiale tossico in superficie (presumibilmente amianto).

A fine attività i risultati operativi sono stati i seguenti: 44 persone identificate, di cui 1 sanzionata rei di illeciti ambientali, 32 veicoli controllati e 516,00 euro di sanzioni comminate.

Nello specifico la composizione delle pattuglie interforze comprendeva:

il Raggruppamento Campania dell’Esercito su base Reggimento Cavalleggeri “Guide” (19°), Polizia Municipale – Unità operativa tutela ambientale di Napoli. la Polizia Municipale di Saviano (Na), i Carabinieri di Saviano (Na), la Guardia di Finanza di Nola (Na), la Polizia di Stato di Nola (Na).

L’attività si inquadra nelle azioni di “secondo livello” (cioè operate da pattuglie congiunte dall’Esercito e dai corpi di Polizia municipale o metropolitana) che si aggiungono ai settimanali Action Day.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli