Free Porn
xbporn
Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
Ankara Escort
1xbet
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com

1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
1xbet-1xir.com
betforward
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co

betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
betforward.com.co
deneme bonusu veren bahis siteleri
deneme bonusu
casino slot siteleri/a>
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Deneme bonusu veren siteler
Cialis
Cialis Fiyat
deneme bonusu
padişahbet
padişahbet
padişahbet
deneme bonusu 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet 1xbet untertitelporno porno 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet وان ایکس بت 1xbet 1xbet سایت شرط بندی معتبر 1xbet وان ایکس بت pov leccata di figa
best porn 2025
homemade porn 2026
mi masturbo guardando una ragazza
estimare cost apartament precisă online
blonde babe fucked - bigassmonster
24.7 C
Napoli
19 Luglio, 2024

Tavolo e Comitati NoAd: “Lotta contro lo Spacca-Italia, cosa fare”



Riceviamo e pubblichiamo la versione integrale del comunicato stampa emesso ieri dal Tavolo No Autonomia differenziata e dal Comitato Nazionale per il ritiro di qualunque Autonomia differenziata, l’uguaglianza dei diritti e l’unità della Repubblica.

Autonomia differenziata, non è tutto finito. Ecco cosa devono fare i democratici uniti L’approvazione pressoché in contemporanea delle leggi sul premierato e sull’autonomia differenziata è la più evidente espressione del patto scellerato tra le forze della maggioranza per stravolgere la Costituzione secondo gli interessi dei singoli partiti. A G. Meloni il premierato, a M. Salvini l’autonomia differenziata, ad A. Tajani la separazione delle carriere dei magistrati: così si va compiendo lo scempio della Repubblica. I Comitati per il ritiro di qualunque Autonomia differenziata, l uguaglianza dei diritti e l unità della Repubblica e il Tavolo No AD continueranno la mobilitazione contro l’autonomia differenziata e il premierato. Finalmente, grazie alle iniziative di lotta nel Paese e all’opposizione parlamentare, cittadini e cittadine hanno la consapevolezza della gravità di queste leggi, dato che esse distruggono le basi sociali e democratiche dell’unità della Repubblica, fondata sull’uguaglianza dei diritti sociali e politici. Le leggi sul premierato e sull’autonomia differenziata sovvertono la Repubblica, istituendo un uomo o una donna sola al comando e quindi affermando l’egoismo proprietario, la logica del chi ha più deve pretendere sempre di più, a discapito di chi ha meno, del profitto spregiudicato e della privatizzazione dei servizi pubblici posti a garanzia dei diritti universali. Non deve vincere la logica del premierato e dei piccoli premier locali, che esautorano il Parlamento e scippano il diritto-dovere alla partecipazione.
Ma si possono sconfiggere questi disegni sovversivi lottando:
1) per il ritiro immediato delle intese in Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna su iniziativa dei rispettivi Consigli regionali;
2) perché le Regioni ricorrano entro sessanta giorni alla Corte costituzionale in base all’art. 127 della Costituzione;
3) a sostegno di tutte le iniziative di carattere giudiziario per impedire che si giunga alle Intese;
4) per costruire i Comitati referendari per la raccolta di almeno 550mila firme sul quesito referendario che i costituzionalisti metteranno a punto, come proposto da La Via Maestra;
5) per costruire un programma delle opposizioni politiche e sociali in cui si affermi l’impegno a riscrivere il Titolo V;
6) con ogni iniziativa nei territori per impedire il raggiungimento di Intese da parte dei Presidenti di Regione, anche e soprattutto con l’aiuto dei sindaci.
I Livelli essenziali di prestazione sono quelli prescritti nel comma 2 dell’art. 3; sono livelli uniformi per dare a tutti e a tutte l’uguale possibilità e capacità di sviluppare la propria persona. L’autonomia differenziata, checché ne dica il ‘governatore’ Zaia, è la secessione dei ricchi, e colpisce anche i ceti popolari, i lavoratori e le lavoratrici del Nord. I Comitati e il Tavolo non cesseranno di lottare per l’emancipazione politica, economica e sociale di un Sud martoriato da nuove servitù e schiavitù che non esiteranno a presentarsi anche al Nord.
Continueremo a mobilitarci per impedire che sia distrutta la Repubblica nata dalla Resistenza e fondata sul patto costituzionale sancito nella Carta del ’48.

Tavolo No Autonomia differenziata
Comitato Nazionale per il ritiro di qualunque Autonomia differenziata, l’uguaglianza dei diritti e l’unità della Repubblica



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli