12142018In evidenza:
Ad

Sant’Anastasia: chiese illuminate per il Santo Patrono

La festa del Santo Patrono di Sant’Anastasia, attesa per  il valore religioso e civile, vissuta con fede e partecipazione popolare, sarà preceduta domenica 2 dicembre dalle S. Messe delle ore 10:00 e delle 12:00, nonché dalla tradizionale processione in programma per le ore 16:30 alla cui conclusione seguirà la Santa Messa.

Il 3 dicembre, festa patronale, sarà in paese il Vescovo della diocesi di Nola, Francesco Marino, che presiederà la Messa Solenne delle 18:30.

Con il patrocinio ed il contributo dell’Amministrazione, richiesto dal parroco don Francesco D’Ascoli, per la spesa di addobbo e della banda musicale che il giorno 2 dicembre accompagnerà in processione la statua del Santo Patrono, nonché con la Messa Solenne il paese ricorderà il Santo Saverio che da due secoli unisce la comunità spronandola a vivere anche secondo il suo esempio di gesuita missionario ed il suo stile da tenere come punto di riferimento per la propria vita personale e sociale.

Un momento fondamentale di esternazione della Fede dei credenti e tipico della festa è la processione del Simulacro del Patrono per le strade cittadine, che si terrà domenica 2 dicembre alle ore 16:30 e percorrerà: via S. F. Saverio, piazza Trivio, via S.M. La Nova, corso U. I°, via D’Auria, via Marconi, via M. De Rosa e via Roma sede della parrocchia Collegiata S.M. La Nova.



La ricorrenza coinvolge il paese e le parrocchie del territorio, con le rispettive comunità unite una sola festa in onore del patrono e tutti gli anastasiani avranno come particolare punto di riferimento S. M. La Nova, quale chiesa madre dell’intero territorio.

E’ la nostra festa, di tutti gli anastasiani, che partecipano sempre comunitariamente sia ai riti religiosi che alla processione – dice il sindaco Lello Abete – in cui saremo presenti come amministrazione per far sentire la vicinanza delle istituzioni, specialmente in occasione di un giorno così atteso come quello del Santo Patrono cittadino”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento