10.3 C
Napoli
3 Dicembre, 2021

San Sebastiano al Vesuvio: Salvatore Aronica (ex Napoli) al Liceo di Giacomo




Nella settimana dello studente molti ragazzi stamattina sono stati intrattenuti da remoto, da Salvatore Aronica, ex difensore del Napoli di Mazzarri e ora allenatore.

Tantissime le domande rivolte al Mister, ne ripostiamo alcune.

Uno dei momenti più brutti come difensore o qualche autorete che ricordi? L’unica autorete contro la Lazio, tra i brutti ricordi, anche se alla fine vincemmo 4 3 e feci anche l’assist a Cavani.

Uno dei momenti più belli? L’esordio in Champions e la vittori della Coppa Italia vinta a Napoli.

Gli attaccanti più forti che hai marcato? Drogba e Ibraimovic sono stati per me i due più difficili da marcare.

Il tecnico con cui ti sei espresso meglio? Mazzarri il tecnico con cui ho avuto i migliori successi e quello da cui ha rubato più segreti come allenatore. Ma anche Gasperini e Lippi.

Da tifoso juventino e con il Napoli hai giocato più partite nella tua carriera, sei legato comunque al Napoli? Quando giochi sei relativamente tifoso, di certo Napoli la porti nel cuore e giocare a Napoli è un’esperienza più unica che rara, la gente, il calore, l’urlo dello Stadio che ti da la carica. Io lo consiglio a tutti, perchè a fine carriera ti rendi conto che è un privilegio.

Hai giocato in Nazionale? Ho fatto una partita nell’under 18 ma ho avuto la fortuna di vestire una maglia azzurra lo stesso gloriosa.

E’ più difficile allenare o giocare? Di certo allenare, hai più pressioni e spesso paghi per colpe non tue, da giocatore hai solo quel compito, da allenatore devi pensare a tante cose.

Poi Totò Aronica fa fare un giro virtuale nella stanza dove conserva le maglie dei fuoriclasse incontrati da Totti e Del Piero. Entusiasti i ragazzi per una giornata diversa e per un’opportunità di aver dialogato con un Campione del Napoli.

 

 



Potrebbe interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli