9.3 C
Napoli
27 Novembre, 2021

San Sebastiano al Vesuvio: il Pd punta alla riconferma del sindaco Sannino




L’attuale sindaco di San Sebastiano al Vesuvio, Salvatore Sannino, membro del Partito Democratico, punta a fare altri cinque anni alla guida della fu “piccola Svizzera”.

Si è tenuta oggi un’assemblea di iscritti e simpatizzanti dem nell’area attrezzata del Ristorante “Bersò”, antistante il circolo Pd locale, nel rispetto delle norme anticovid, al fine di dibattere delle iniziative da intraprendere in merito alle elezioni amministrative del prossimo autunno. Iniziata alle 7.30 pm, si è conclusa alle 9.00 pm.

Ha aperto l’incontro il segretario Luigi Mondini che ha messo in evidenza come questi cinque anni di amministrazione siano stati in realtà meno a causa del tempo sottratto dalla pandemia, che ha impedito di portare a termine alcuni dei punti del programma che consegnò la vittoria al centrosinistra cinque anni fa.

Un consenso che si crede conservato anche in virtù del risultato del Pd alle ultime elezioni del Parlamento Europeo del 2019, dove si è ottenuta la miglior performance nel Vesuviano con il 27,20% dei voti.

Ha altresì annunciato l’inizio della campagna elettorale a partire da domenica prossima, con un gazebo che sarà occasione di confronto con la cittadinanza.

Nel successivo intervento del candidato Sannino, questi ha di nuovo posto l’accento sulla partecipazione dei cittadini, i quali, anche attraverso i social, hanno sempre manifestato interesse verso le iniziative dell’amministrazione.

Ha continuato parlando di come questi anni siano stati l’occasione per unire un territorio diviso, lasciato in passato all’incuria in uno stato definito di “blackout” dal quale ci si vorrebbe definitivamente riscattare riportando San Sebastiano “a quella che era una volta.”

Il sindaco ha poi parlato dei risultati ottenuti: dal rifacimento delle strade alla nuova pavimentazione alla segnaletica; dal salvataggio del liceo Di Giacomo che rischiava di diventare una succursale del Carlo Urbani e che è ora -invece- un istituto talmente ricercato da avere inserito più rigidi canoni di ammissione, fino ad arrivare alle recenti battaglie per l’assegnazione di un medico a 1500 cittadini “allo sbando” arrivando a minacciare l’istituzione di una conferenza stampa volta a denunciare lo situazione.

Una vicenda che per il sindaco trasmette al meglio quale sia stato l’animo con cui ci si è battuti per i cittadini, ricordando anche le vicende legate all’incendio del 2017 che lo portarono a fare pressione a Napoli per chiedere una risposta tempestiva all’emergenza.

A chi ha fatto presente la scarsa attenzione per le politiche giovanili, ha risposto ammettendo la mancanza, ma sottolineando comunque l’attenzione per le attività connesse alla legalità, al coworking, al mondo dell’associazionismo.

Sulla possibilità di abolire la tampon tax presso la farmacia comunale come chiesto dai GD di Somma Vesuviana di recente, ovvero di abbassare l’IVA sugli assorbenti dal 22% al 4%, giacché ad oggi questi prodotti di prima necessità vengono invece considerati come beni di lusso dal fisco, la risposta del seg. L. Mondini è stata abbastanza evasiva: “dipenderà dalle risorse”.

Una gestione delle risorse che però, si tiene a precisare, è riuscita a sbloccare fondi regionali, come quelli destinati al rifacimento del Belvedere, oggi punto di incontro per ragazzi e famiglie largamente frequentato.

Si è altresì implementato un sistema di videosorveglianza rivelatosi particolarmente utile alla luce dei recenti eventi di bullismo e aggressione avvenuti nel paese.

Nonostante le difficoltà connesse alle carenze dell’organico comunale, passato da 150 a 26 dipendenti, è stato rivendicato il massimo impegno per ridare dignità a una zona che pareva condannata alla decadenza dopo un periodo di grande splendore.

Il popolo sansebastianese permetterà a Salvatore Sannino di portare avanti questo percorso di riscatto? Il sindaco spera di sì e il segretario Mondini non manca di rivolgere un pensiero speciale alle nuove generazioni che abiteranno il territorio.



Luigi Punzohttps://www.vesuvianonews.it/
Nato nel 2003, Luigi Punzo studia al liceo scientifico statale Salvatore Di Giacomo di San Sebastiano al Vesuvio (NA) dove risiede. è vicesegretario del circolo dei Giovani Democratici di Massa di Somma (NA) e prende parte alla direzione metropolitana dei GD Napoli.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli