24.5 C
Napoli
17 Agosto, 2022

San Giuseppe Vesuviano – RCV: sciolto per camorra il consiglio comunale, “ennesima umiliazione per la nostra comunità, ora la società civile si faccia avanti: servono persone perbene che vogliano davvero impegnarsi per riscattare il paese”




Il presidente di RcV Giugliano: “Lo scioglimento per camorra dell’amministrazione Catapano dimostra che nulla è davvero cambiato rispetto al passato. Noi siamo stati i primi e gli unici a denunciare determinate “anomalie”, il tempo ci ha dato purtroppo ragione. Occorre che tutti i cittadini si passino una mano per la coscienza per aver affidato il municipio nelle mani sbagliate. Ora subito un “Patto per il cambiamento” tra le forze sane del paese: occorrono volti nuovi e Liste Pulite. Le Istituzioni ci stiano vicine”.

Il consiglio comunale di San Giuseppe Vesuviano è stato ancora una volta sciolto per infiltrazioni camorristiche, finisce così nel peggiore dei modi la parabola politico-amministrativa dell’amministrazione Catapano.

A prendere posizione sull’accaduto è Rinascita Civile Vesuviana, tramite il presidente del movimento, Francesco Giugliano, il quale afferma: “Questo scioglimento per camorra costituisce l’ennesima umiliazione per la nostra comunità e dimostra che, con l’amministrazione a guida Catapano, nulla è davvero cambiato rispetto al peggiore passato. Noi siamo stati i primi e gli unici a denunciare determinate “anomalie”, il tempo ci ha dato purtroppo ragione, anche se questa decisione arriva in notevole ritardo: San Giuseppe Vesuviano versa ormai da anni in uno comatoso. Per offrire una prospettiva di futuro alla nostra martoriata comunità, è opportuno che i responsabili politici di questo scempio si facciano da parte. Occorre inoltre che tutti i cittadini si passino una mano per la coscienza per aver affidato per l’ennesima volta il municipio nelle mani sbagliate. Ora subito un “Patto per il cambiamento” tra le forze sane del paese: occorrono volti nuovi e Liste Pulite. Le Istituzioni ora ci stiano vicine e non ci abbandonino in questa dura battaglia per la Legalità”.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli