11172018In evidenza:

San Giorgio a Cremano: Rapine agli studi medici con sequestro di persona. Arrestata la banda Zinno: "In città forte presenza dello Stato"

Arrestati i rapinatori degli studi medici. I Carabinieri della stazione di San Giorgio a Cremano, diretti dal comandante Gerardo Avolio, hanno dato esecuzione a ordinanze di custodia cautelare, su richiesta della Procura di Napoli a carico di tre persone, di 23, 24 e 41 anni, tutte di San Giorgio a Cremano. I tre sono ritenuti responsabili di altrettante rapine perpetrate in sequenza usando una pistola e sequestrando anche alcuni pazienti.

Tra gli episodi più gravi vi è quello compiuto in uno studio medico sangiorgese. La banda entrò direttamente in sala d’attesa e si fece consegnare denaro dai pazienti, per una somma di 820 euro. Poi, per fuggire non esitò a rinchiudere le vittime della rapina nel bagno dello studio medico, compresa una bimba di 8 mesi.

 




Successivamente, il 28 marzo, la gang si rese protagonista di un’altra rapina questa volta in uno studio di Portici. Vittima, lo stesso dottore a cui fu sottratto dal polso un orologio del valore di 300 euro. Di nuovo a San Giorgio a Cremano, il giorno dopo, in un altro studio medico, i tre riuscirono a farsi consegnare mille euro dal medico titolare dello studio e da un suo paziente.

Da allora scattò la psicosi da parte dei cittadini, impauriti dalla serie degli episodi, ma non appena furono denunciate le rapine, i Carabinieri di San Giorgio avviarono le indagini, esaminando immediatamente le immagini delle telecamere di video sorveglianza e incrociando il volto di uno dei rapinatori con i volti dei soggetti con precedenti penali già archiviati nella banca dati dei militari. Grazie ad alcuni particolari, tra cui l’altezza, la fisicità e i dettagli del volto i militari si misero sulle tracce di uno dei delinquenti, fermandolo. Oggi l’arresto di tutta la banda.

“I nostri Carabinieri hanno messo fine a quello che rischiava di diventare un fenomeno criminale seriale – commenta il sindaco Giorgio Zinno. La presenza dello Stato c’è nella nostra città e oggi i cittadini possono sentirsi sicuri. Il nostro territorio è presidiato ma non abbassiamo la guardia. Chiediamo di rafforzare ancora di più la presenza delle Forze dell’Ordine negli orari notturni per supportare sempre più persone come il Comandante Avolio e i suoi uomini, a testimonianza che quando vi è personale si raggiungono gli obiettivi”.

“La sicurezza è tra le priorità per la nostra città – conclude Ciro Sarno – questo risultato è un’altro segnale della sinergia tra amministrazione e Forze dell’Ordine”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento