08252019In evidenza:

San Giorgio a Cremano: Misure a sostegno dei cittadini Il sindaco scende in campo per il bonus idrico. Zinno : Vigileremo anche sulla riduzione delle tariffe per tutti

Bonus idrico. Mentre l’amministrazione, guidata dal sindaco Giorgio Zinno, si attiva per vigilare sulla riduzione delle tariffe per tutti gli utenti, il primo cittadino scende in campo per agevolare le famiglie che si trovano in difficoltà attraverso il bonus idrico messo a disposizione da Gori per i comuni dell’Ato 3. Anche i cittadini di San Giorgio a Cremano, quindi, con un indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro annui oppure non superiore a 20.000 euro annui, se vi sono almeno 4 figli a carico, potranno usufruire di 50 più 30 litri di acqua gratis al giorno su base annua per componente del nucleo familiare.

In totale ogni cittadino che richiederà il bonus avrà 80 litri di acqua giornalieri a disposizione che non graveranno quindi sulla bolletta. Un’agevolazione integrativa rispetto a quella prevista dal bonus idrico nazionale che ha fissato, attraverso l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera), la quantità a 50 litri al giorno. Solo nei comuni in cui Gori gestisce il servizio idrico infatti, i cittadini che ne hanno diritto potranno ottenere questo ulteriore vantaggio. Un’agevolazione pensata come concreta forma di supporto per garantire i bisogni essenziali di ognuno.

La domanda va presentata presso l’ufficio Urp  dell’ente, in Villa Bruno o presso i C.A.F. autorizzati. I moduli sono scaricabili sul sito www. goriacqua.com. I documenti necessari sono: carta di identità, modello ISEE in corso di validità, attestazione che contenga i dati di tutti i componenti, del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale) e dell’attestazione per il riconoscimento di famiglia nume- rosa (almeno 4 figli a carico)E’ possibile anche delegare una terza persona. Dal momento della presentazione della domanda, in trenta giorni il Comune verifica l’ammissione della domanda. Successivamente Gori comunicherà al sistema l’ammissione definitiva della domanda entro 60 giorni. Al termine di questi ultimi due mesi gli utenti ricevono direttamente il bonus in bolletta nella prima fattura utile. Il Bonus è riconosciuto per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di inizio agevolazione, riportata nella comunicazione di ammissione e in bolletta. Al termine di tale periodo, per ottenere un nuovo Bonus l’utente deve rinnovare la richiesta di ammissione presentando un’altra domanda.

“Si tratta di un’agevolazione importante per moltissime famiglie che si trovano in stato di difficoltà – spiega il sindaco Giorgio Zinno che scende in campo in prima persona per informare direttamente i cittadini con un video nel quale vengono spiegate tutte le modalità di accesso all’agevolazione. I comuni hanno il dovere di intervenire per andare incontro alle esigenze dei cittadini che vivono una condizione di disagio economico, intercettando tutte le opportunità a disposizione. L’acqua  è un bene essenziale – conclude – il nostro obiettivo è quello di prenderci cura dell’intera comunità, soddisfacendo i bisogni essenziali dei cittadini”. 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento