26.3 C
Napoli
30 Luglio, 2021

Salvini a San Giuseppe Vesuviano e la “memoria corta” del sindaco Vincenzo Catapano



Dopo 25 anni di insulti e offese contro il Meridione, Matteo Salvini sarà a San Giuseppe Vesuviano il prossimo 6 maggio in occasione della campagna elettorale per le elezioni europee del 26 maggio. L’attuale ministro dell’interno sarà dunque in visita nella cittadina vesuviana, la prima in Campania ad essere amministrata dal sindaco leghista Vincenzo Catapano.

L’appuntamento è fissato per le 20.30 in Piazza Garibaldi, saranno presenti alla serata anche gli onorevoli Pina Castiello e Gianluca Cantalamessa. La reazione delle opposizioni politiche non si è fatta attendere, con il vice premier ritenuto ospite “non gradito” in virtù degli ideali, tradizionalmente razzisti ed antimeridionalisti che il movimento di cui è leader ha sempre sostenuto e portato avanti.

Sul punto si è espresso l’ex Presidente del Consiglio Comunale ed attuale esponente di spicco della minoranza, Dott. Nello De Lorenzo: “Il mio rammarico è che San Giuseppe Vesuviano con la sua bellissima storia democratica debba essere additato come un paese leghista, una macchia che potevamo evitare. Vorrei che Salvini venisse accompagnato nei pressi delle periferie, in particolar modo nelle vicinanze dell’abitazione del primo cittadino, dove c’è un elevatissimo tasso di immigrazione clandestina della quale il sindaco non si è mai occupato”.

Al centro delle polemiche anche il primo cittadino, reo di aver comunicato la sua adesione al Carroccio solamente in seguito alle elezioni comunali dello scorso giugno, nelle quali Catapano è stato confermato sindaco. Una decisione che per molti ha rappresentato un vero e proprio inganno nei confronti degli elettori, che di fatto si sono trovati ad aver votato un candidato leghista a loro insaputa.

Come ribadito anche dallo stesso De Lorenzo: “Al sindaco Catapano non frega nulla né dei cittadini né della politica leghista, la quale rappresenta in questo momento un semplice strumento per diventare deputato in Parlamento. Ricordo che circa 4 anni fa, l’attuale primo cittadino di San Giuseppe non volle nemmeno salutare Matteo Salvini durante un incontro a Bruxelles”.

Secondo De Lorenzo, la popolazione vesuviana sarà presente in larga parte all’incontro di Salvini in qualità di personaggio del momento, ma il vero verdetto arriverà dalle urne quando gli elettori dovranno fare la loro scelta. Intanto, alla luce dello scontento diffuso nella maggior parte della cittadinanza, il comune di San Giuseppe verrà blindato fin dalle prime ore del mattino con imponenti misure di sicurezza.



Potrebbe interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli