30.4 C
Napoli
6 Luglio, 2022

Palma Campania: la didattica a distanza tra video e app. Un luccichio negli occhi degli insegnati e dei bambini.




Sotto un ottica particolare possiamo dire che la tecnologia sta’ dando i suoi vantaggi per continuare, in un certo qual modo, a fare scuola… Ad alleggire il peso dalla quarantena.

Ed è proprio il piccolo schermo, i pochi pollici dello smartphone o quelli in po’ più grandi di un PC, ad esser diventato la scuola, l’Aula degli studenti dai più grandi ai più piccini.

Forse per i più grandi appare più facile ma per i piccoli c’è un qualcosa in più che risalta sopra ogni cosa :

L ‘emotività, i sentimenti che si capiscono dagli occhi, dal loro luccichio, da quelli dei bambini e delle maestre.

Le maestre, che mostrano un sorriso quasi forzato ma di conforto per i loro bimbi… Si sa’ dopo la famiglia le maestre sono un grande punto di riferimento, entrano a pieno titolo nelle vite dei bambini, come insegnati, amiche e anche confidenti.

Sono passate ormai settimane e in mancanza di app ufficiali o canali prettamente scolastici ogni insegnate si è ingegnata come può.

Tra tutte spicca sicuramente per celerità di tempi e forte inventiva la maestra Mariagrazia Graziano che insegna matematica all ‘istituto comprensivo Antonio de Curtis alle classi seconde della primaria.

Già dopo poche ore, dove iniziava a capeggiare  confusione totale tra  poca consapevolezza, incertezza e mancanza di reali informazioni  Maestra Mariagrazia, dotata di pazienza condita da esperienza tecnologica, da maestra diventa maestra video maker.

Un primo video, dal sapore genuino e sperimentale, in cui con una dolcezza inaudita saluta i suoi piccoli alunni di 7 anni e… Con una lavagna improvvisata, armata di pennarello e fogli spiega passo dopo passo la linea delle tabelline.

Un” ciao bambini come va? Spero stiate tutti bene”a cui i bimbi in un primo momento stupefatti e felici hanno ben risposto con” uno ciao Maestra ” quasi stupiti dalla non risposta immediatamente compresa .. contenti hanno continuato a seguire… E anche le mamme, felici di un vero è proprio tutorial che tra le altre ha dato modo ai bimbi di tenersi impegnati..


Le settimane, I giorni, hanno continuato il loro scorrere  e oggi, oltre a video da riprorre durante lo svolgimento dei compiti, si è passati alche alle svariate piattaforme dove i bimbi si collegano programmaticamente con le varie insegnanti e soprattutto hanno la possibilità di salutarsi a vicenda.

Ed è lì, proprio in quei momenti che ti accorgi delle emozioni, di quelle genuine che solo i più piccoli ti sanno dare :

Vorrebbero dirsi chissà quante cose, fare i chiacchieroni come a scuola, discutere di youtubers e magliette nuove, scarpe glitterate, capelli sciolti o legati..

E poi loro le maestre, che con le loro frasi dolci, i loro occhi attenti e lucidi nel salutarli uno ad uno e carpire a distanza le loro emozioni le senti e vedi sorridere con un sorriso che maschera la mancanza, la mancanza dei loro piccoli.

Tutto sommato la tecnologia, seppur nella sua asetticita’ e freddezza, riesce a trasferire sentimenti, alleviare quella che è la solitudine dei più piccoli, quelli che forse più di tutti sentono il peso delle restrizioni ma spesso non le danno a vedere.

…. A loro un ringraziamento sentito, anche se noi mamme forse stiamo affrontando il tutto con qualche difficoltà , ma ciò non toglie che grazie al l’ingegno, la pazienza e la costanza anche i nostri piccoli riescono ad essere

Uniti ma distanti con la consapevolezza che andrà tutto bene.

(Ol. Vi)

Potrebbe interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli