30.6 C
Napoli
16 Agosto, 2022

San Sebastiano al Vesuvio: omaggio a Paolino Avella, la sciarpa con le firme dei calciatori del Napoli




Il 5 aprile del 2003, a San Sebastiano al Vesuvio Paolino Avella perdeva la vita appena uscito da scuola, nel tentativo di sfuggire al furto del proprio motorino ad opera di due criminali.

Domani Paolino avrebbe compiuto 34 anni e l’amministrazione Comunale guidata dal sindaco Peppe Panico su iniziativa dell’assessore allo Sport Ignazio Simeoli omaggerà la famiglia Avella di una sciarpa con gli autografi dei calciatori del Calcio Napoli che prontamente hanno risposto all’invito del Comune di San Sebastiano al Vesuvio.

Dalle 11:30 nell’Auditorium del liceo Di Giacomo di San Sebastiano al Vesuvio, la scuola che frequentava Paolino, assieme alla preside Fabrizia Landolfi e al papà Alfredo Avella, presidente dell’associazioni culturale titolata a Paolino che da anni porta nelle scuole e fuori dai perimetri scolastici la cultura della legalità, sarà consegnata la sciarpa nell’ambito dell’iniziativa “Un pensiero per Paolino” partita da Luigi Punzo, rappresentante degli studenti del liceo Di Giacomo.

Presente alla giornata per ricordare Paolino e promuovere la cultura della legalità fuori e dentro le scuole, anche Luciana Esposito direttrice del quotidiano online Napolitan e in prima linea nella guerra contro la camorra a Napoli Est.

L’iniziativa è stata attivata a seguito della vandalizzazione della stele di qualche mese fa, la sciarpa posta all’epoca dagli studenti del Liceo Di Giacomo, è stata rubata, e solo l’ultima in ordine di tempo. Infatti il 21 marzo, una delegazione di studenti del liceo Di Giacomo, guidata dal prof. Buonagura Alfonso, si è recata presso la stele per commemorare Paolino e tutte le vittime di camorra.

 

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli