31.5 C
Napoli
18 Agosto, 2022

Nola: al via il Certame nolanum. In arrivo studenti dalla Campania, Puglia e Reggio Emilia. L’iniziativa del liceo classico “G. Carducci” di Nola 




Sono 115 gli studenti che domani, giovedì 28 aprile, parteciperanno al concorso indetto dal liceo classico “G. Carducci” di Nola.
L’istituto di via Seminario guidato dalla dirigente scolastica Assunta Compagnone si prepara, infatti, ad ospitare la IV edizione del Certamen nolanum.
Ventisette, in totale, le scuole che hanno aderito all’iniziativa provenienti dalla Campania, dalla Puglia e da Reggio Emilia.
Due le sezioni previste dal bando: quella riservata agli alunni del secondo e terzo anno e quella rivolta ai ragazzi dell’ultimo biennio.
Istituite anche due analoghe sezioni riservate agli studenti interni; i premi saranno invece tre per ciascuna sezione, quella interna e per le due sezioni esterne.
Il tema di quest’anno è la memoria ed il titolo del certamen è: “monumentum, dalla costruzione della memoria all’ammonimento”.
Tutti i partecipanti si  cimenteranno nella traduzione e nel commento di passi di autori latini, scelti dalla commissione formata dai professori universitari Claudio Buongiovanni, Eduardo Federico e Chiara Renda e presieduta dalla professoressa Marisa Squillante, già ordinaria di Lingua e letteratura latina all’Università degli Studi di Napoli Federico II.
La prova del concorso si terrà nella mattinata di domani, venerdì 28 aprile mentre la cerimonia di premiazione è prevista per le ore 9.30 di venerdì 29 aprile, sempre presso il liceo classico Giosuè Carducci.
“Un ritorno in grande stile con numeri importanti che ci auguriamo di raddoppiare il prossimo anno – spiega la dirigente scolastica, Assunta Compagnone – sarà un’edizione coinvolgente e ringrazio fin da subito i partner che ci hanno supportato in questo progetto ed impegnati sia in campo associativo che imprenditoriale. Non è stato facile con il rischio pandemia sempre dietro l’angolo – aggiunge – ma grazie al lavoro sinergico di squadra di docenti e referenti abbiamo messo su un programma che, accanto alla prova, abbinerà arte e cultura favorendo la conoscenza della nostra straordinaria città”.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli