18.4 C
Napoli
6 Ottobre, 2022

Napoli Pride, manifestazione molto partecipata, presenti Luxuria, Zan e Arisa




Si è tenuto sabato 3 luglio 2021 il venticinquesimo Pride di Napoli, ricordando il primo del 1996, con lo slogan “Jesce sole”.

Tra gli esponenti politici che hanno preso parte alla manifestazione a favore della libertà di amare ed essere chi ci si sente di essere si annoverano l’onorevole Alessandro Zan, autore del disegno di legge in materia di contrasto ai crimini di odio legati a orientamento sessuale e identità di genere, nonché l’ex parlamentare di Rifondazione Comunista Vladimir Luxuria.

Quest’ultima ha ricordato il recente tentativo di Matteo Renzi e di Italia Viva di affossare la legge Zan proponendo modifiche al ribasso che, se approvate al Senato, allungherebbero l’iter di approvazione rischiando di far naufragare il tutto nei successivi due passaggi parlamentari che rischierebbero di non arrivare mai e per l’ostruzionismo delle destre e in vista delle prossime scadenze quali l’elezione del Capo dello Stato che succederà al PdR Sergio Mattarella.

Tra gli altri ospiti: Luca Trapanese, Tony King, Vincenzo de Lucia, Bellatrix, Franco Ricciardi, Gianluca Capozzi, Anna Capasso. Paola Turci ed Emiliana Cantone che hanno fatto ballare una piazza Dante coloratissima e piena di giovani, tenuti al rispetto, e controllati dagli organizzatori, dell’obbligo di mascherina all’aperto in caso di assembramento come da disposizioni delle ordinanze regionali della Campania.

Nell’intervento di Emiliana Cantone il suo contributo materno: quando le è stato chiesto perché fosse presente ha semplicemente risposto che “da mamma non vorrei mai che un mio figlio dovesse subire discriminazioni solo perché non si vergogna di essere se stesso.”

Presenti anche numerose associazioni e sigle partitiche tra cui: i Giovani Democratici di Napoli con Ilaria Esposito, il Partito Democratico di Napoli, l’ex OPG occupato Je So Pazzo, Potere al Popolo, Sinistra Classe Rivoluzione.

Madrina del Pride è stata la cantante Arisa che ha dichiarato “oggi non dobbiamo informare ma coinvolgere” in una intervista al giornale “Il Mattino”.

Tra le imprese che hanno mostrato vicinanza alla causa la famosa pasticceria Poppella e la pizzeria Gino e Totò Sorbillo sul territorio, poi l’acqua Vitasnella e anche la Coca Cola che è stata sponsor ufficiale.


Luigi Punzohttps://www.vesuvianonews.it/
Nato nel 2003, Luigi Punzo studia al liceo scientifico statale Salvatore Di Giacomo di San Sebastiano al Vesuvio (NA) dove risiede. è vicesegretario del circolo dei Giovani Democratici di Massa di Somma (NA) e prende parte alla direzione metropolitana dei GD Napoli.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli