03202019In evidenza:

Metabolismo lento, esiste?

Quanti di voi dichiarano di avere il metabolismo lento?

Stranamente nei libri universitari di alimentazione e nutrizione la parola metabolismo lento non esiste.

Andando a rivedere la letteratura scientifica, quando si misura il metabolismo basale dei soggetti in sovrappeso, che dichiarano d’avere il metabolismo lento, scopriamo che ce l’hanno assolutamente normale.

La maggior parte voi semplicemente non si rende conto di quello che mangia e quanto ne mangia, dovuto talvolta allo stress quotidiano ea stati d’animo che si ripercuotono sul comportamento alimentare.



Magari c’è chi fa attenzione a prediligere alimenti sani, ma poi si lascia andare con le porzioni. Al contrario c’è chi mangia di tutto trattenendosi con le quantità, ma quel poco di tutto diventa 7-8 volte al giorno che a fine giornata peserà tanto. Oppure c’è chi mangia davvero tanto eppure è molto magro ma evidentemente tutto quello che introduce lo consuma.

Insomma è tutta una questione di piccole abitudini sbagliate che non vi fanno raggiungere i vostri obiettivi.

Quindi con questo articolo voglio insegnarvi che non esiste un metabolismo lento o veloce, esiste piuttosto un bilancio calorico!

Se abbiamo un bilancio calorico che supera costantemente il nostro fabbisogno energetico con il tempo ingrasseremo, se invece è inferiore con il tempo dimagriremo.

È vero invece che può verificarsi lo stallo del metabolismo,ovvero una fase di rallentamento o blocco della perdita di peso, a volte anche con il recupero di qualche chilo. Questo meccanismo, piuttosto frustrante per chi sta cercando di rimettersi in forma, è in realtà una difesa naturale del corpo che risponde allo stimolo del dimagramento, percependolo come una minaccia alla sua salute e buon funzionamento e opponendosi ad esso. L’organismo funziona infatti secondo il principio dell’omeostasi, ovvero la capacità di mantenere in equilibrio parametri fisiologici vitali (come temperatura, peso, …) anche quando perturbato da eventi esterni adattandosi ad essi.

Non bastano certamente 6 mesi di dieta per ottenere una modifica del metabolismo! È necessario un lasso di tempo lungo addirittura diversi anni.



Ecco cosa si verifica quando si seguono diete ipocaloriche per così tanto tempo , diventano normocaloriche per cui non si dimagrisce più!

Nella maggior parte dei casi, il plateau del peso NON dipende dalla riduzione della massa muscolare e/o del metabolismo, bensì da una riduzione della compliance da parte del terapizzato.

D’altro canto, per evitare che anche dopo qualche anno il metabolismo basale subisca una riduzione rilevante, è raccomandabile associare alla dieta ipocalorica un percorso di attività fisica anaerobica e aerobica utile al miglioramento metabolico e funzionale dell’organismo nonché al mantenimento della massa muscolare complessiva.

Se ritieni di essere in blocco metabolico puoi affidarti ad una nutrizionista che troverà la strategia giusta e adatta a te per risolvere il problema e ridarti la grinta per ritornare in forma!

InFORMAti dalla nutrizionista
A cura della Dott.ssa Marica Coppola

Seguimi su istagram
https://www.instagram.com/dottoressacoppolamarica/

Seguimi su facebook
https://business.facebook.com/dottoressacoppola/

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento