23.9 C
Napoli
17 Settembre, 2021

M24A-ET, Rossella Solombrino: “Salvini a Napoli? Quando il Sud non ha memoria decreta la sua fine”




Il “Capo” della Lega Nord, Matteo Salvini, è venuto a Napoli per “benedire” il candidato Sindaco del Centro-destra, Catello Maresca, e ben ha fatto la candidata Sindaco del M24A-ET al Comune partenopeo, Rossella Solombrino, a ricordare ai Napoletani sia le offese razziste da lui proferite contro di loro nel corso di questi anni sia le politiche di spoliazione del Sud promosse dalla sua organizzazione politica organica al Partito Unico del Nord.  

Quando il Sud non ha memoria decreta la sua fine”, ha affermato via social la Solombrino, per elencare subito dopo gli insulti razzisti di Salvini: “‘Al Sud non fanno un emerito cazzo dalla mattina alla sera’. ‘Ci siamo rotti i coglioni dei giovani del Mezzogiorno’. ‘Napoletani colerosi terremotati’. ‘No ai prof. Terroni’”.

Si insultano i Napoletani – ha proseguito la giovane candidata Sindaco del M24A-ET –  ma per magia ci si astiene dal farlo durante le elezioni. A queste potrei poi aggiungerne altre citazioni”.

Preferisco, però, per masochismo, – ha aggiunto – ricordare le leggi indegne più recenti che hanno derubato e tuttora derubano il Sud: L’emendamento della Lega per trasferire alle Regioni la titolarità e la gestione del Fondo sviluppo e coesione. Autonomia differenziata: possibilità per le ricche regioni del Nord, (più ricche grazie al Sud, di ricevere maggiori risorse economiche potendo trattenere un maggior residuo fiscale senza la determinazione dei Lep previsti dalla Costituzione italiana. Attuazione del federalismo fiscale certificando la riduzione delle risorse ai Comuni del Sud del 45,8%. E per finire sottrarre più di 100 miliardi al Sud del Next Generation EU”.

Mi chiedo”, ha concluso la Solombrino, “Ma è difficile da comprendere o è la sindrome della vittima che si innamora del carnefice?




Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli