8.5 C
Napoli
6 Dicembre, 2021

Lunedì 11 ottobre riparte la mobilitazione contro la secessione dei ricchi




Dietro la retorica del Governo di unità nazionale si cela il volto bulimico del sistema Nord, i cui miopi e gretti interessi sono da decenni promossi dal Partito Unico del Nord a tutto discapito dei 21 milioni di cittadini meridionali, i cui diritti vengono sistematicamente cancellati e/o limitati un giorno sì e l’altro pure.

Dopo avere sottratto al Sud i primi finanziamenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza destinati ai servizi educativi per l’infanzia e all’agricoltura, il Governo di sedicente unità nazionale si appresta ad approvare il disegno legge sull’autonomia differenziata, tramite la quale si intende statuire in via definitiva la storica condizione del Sud come colonia estrattiva interna di risorse economiche ed umane.

Contro questo sciagurato disegno, che formalizzerebbe sul piano giuridico l’esistenza delle due Italie già esistenti sul piano economico, sociale, culturale e civile, lunedì 11 ottobre, dalle ore 18:30 alle ore 20:30, sarà promossa una diretta via social, a cui, tra gli altri, parteciperanno l’europarlamentare Piernicola Pedicini e lo scrittore e giornalista Pino Aprile del M24ET, l’europarlamentare Rosa D’Amato, i Senatori della Repubblica Rosa Silvana Abate e Barbara Lezzi e il portavoce della Rete dei Sindaci Recovery Sud Davide Carlucci.      



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli