11192018In evidenza:

Le 4 caratteristiche per una dieta salutare!

Cari lettori, oggi voglio raccontarvi la storia di un ragazzo.

Shivani, all’età di 6 anni, insieme ai suoi genitori lasciò l’India per trasferirsi negli Stati Uniti d’America.

Anche se più magrolino in confronto ai suoi coetanei americani, Shivani era sano ed energico, portava ottimi risultati a scuola e il suo tempo libero lo trascorreva girando in moto per la città. Quando Shivani iniziò il liceo, il suo peso aveva raggiunto quello dei suoi compagni di classe americani.

Oggi è al College e si ritrova in sovrappeso insieme al 16% di adolescenti statunitensi.

Shivani ci spiega cosa è cambiato nella sua vita:

“in India, la dieta è per lo più riso, lenticchie e verdure. Molte persone sono vegetariani, e molti altri mangiano carne solo una volta o due volte a settimana, e in porzioni molto piccole. I dessert sono solo per le occasioni speciali. Quando ci siamo trasferiti in America, ho voluto mangiare come tutti gli altri bambini: hamburger, patatine fritte, soda, e dolci. Ho guadagnato un sacco di peso con quelle alimentazione e non solo. Il mio medico dice che il mio colesterolo, la mia pressione arteriosa e i miei livelli di zucchero nel sangue sono troppo elevati. Vorrei poter iniziare a mangiare come nel mio Paese d’origine ma non servono riso e lenticchie alla mensa del dormitorio”.

La storia di Shivani è una storia di abitudini e di stile di vita molto comune che interessa tantissime persone e ci deve far riflettere su quanta influenza ha la dieta sulla nostra salute!



Che cosa rende una dieta salutare?

Al di là dell’individualità, sono quattro le caratteristiche per una dieta salutare e se le terrai a mente sarai in grado di selezionare consapevolmente gli alimenti che forniscono la combinazione appropriata di nutrienti e di energia ogni giorno.

  1. Una dieta salutare è adeguata

Una dieta adeguata fornisce abbastanza energia, nutrienti e fibra per mantenere una persona in salute e questo è attuabile non escludendo nessun alimento o gruppo alimentare dalla tua alimentazione.

Infatti, molte persone non mangiano abbastanza verdure e quindi non raggiungono livelli adeguati di fibre e di micronutrienti presenti in esse. Per la salute si traduce sia in carenze nutrizionali di importanti vitamine e minerali sia in tendenza ad ingrassare perché le stesse persone mangeranno più grassi e proteine per saziarsi.

D’altra parte, uno stato generalizzato di sottopeso e malnutrizione può verificarsi se un individuo è a dieta restrittiva per un lungo periodo di tempo o salta uno o più pasti ogni giorno. Bassa livelli di energia prolungati nel tempo possono causare perdita di ossa e capelli, alterazione della funzione cognitiva e della memoria, nelle donne disfunzione mestruale ma il primo campanello d’allarme è un generale abbassamento delle difese immunitarie.

  1. Una dieta salutare è moderata

La moderazione si riferisce a mangiare tutti gli alimenti in quantità né eccessivamente elevate né troppo bassa.

Per esempio, alcune persone hanno l’abitudine di bere tante bibite zuccherate come succhi di frutta, Coca-Cola o altre durante la giornata e ancor peggio in sostituzione all’acqua. Ogni bicchiere di bibita da 200ml apporta intorno alle 120 kcal mentre l’acqua ha 0 kcal.

Bere così e tanto durante tutta la giornata contribuisce ad un surplus di energia che vi dirige verso un aumento di peso e ciò potrebbe condurre la persona ad eliminare alimenti sani dalla sua dieta per il mantenimento del peso corporeo.


  1. Una dieta salutare è equilibrata

Una dieta equilibrata fornisce le giuste proporzioni di tutti i nutrienti perché il corpo ha bisogno di molti tipi di alimenti in quantità variabili per mantenersi in salute.

Per cui a tavola un piatto sano ed equilibrato sarà composto da una fonte di carboidrati, cioè pasta o pane, da una fonte proteica, come carne o pesce, da una bella porzione di verdura e per finire un bel frutto fresco.

  1. Una dieta salutare è varia

La varietà si riferisce ai milioni di cibi sani che possiamo introdurre nella dieta in maniera regolare.

Mangiare un vegetale nuovo ogni settimana o cambiare la marca e il tipo di pasta ogni mese e sostituire un alimento con un altro ogni giorno aumenta la probabilità di introdurre la moltitudine di nutrienti di cui il corpo ha bisogno. Come un ulteriore vantaggio, impedisce la noia e evita il potenziale accumulo di sostanze nocive che possono essere presenti in un alimento.

InFORMAti dalla nutrizionista
A cura della Dott.ssa Marica Coppola

Seguimi su istagram
https://www.instagram.com/dottoressacoppolamarica/

Seguimi su facebook
https://business.facebook.com/dottoressacoppola/

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento