29.9 C
Napoli
28 Giugno, 2022

La kafkiana condanna della preside Franca Principe è la fotografia della nazione dei controsensi




Non scrivo spesso editoriali, lo faccio solo quando mi sento toccato da una notizia. Come uomo di scuola, con ben 32 anni di servizio, non potevo restare zitto su una vicenda da far impallidire anche Kafka.

Il caso paradossale della preside Franca Principe, mostra ancor di più, che l’Italia è un paese ridicolo nell’applicazione di leggi e pene…

Tutto comincia 10 anni fa (7 luglio 2011), quando causa dei lucernai pericolanti, che la Citta Metropolitana (proprietaria dello stabile) non interveniva per aggiustare, e la DS, per evitare problemi, aveva impedito l’accesso chiudendo la porta con un lucchetto e mettendo segnaletica adeguata che indicava la pericolosità della zona…

Caso volle che durante gli esami di stato, con la stessa DS impegnata in altra scuola come presidente, un alunno che nemmeno doveva essere a scuola, avendo già sostenuto l’esame, noncurante della segnaletica, riesce a raggiungere il terrazzo e cadde dopo il crollo del lucernaio…

Fortunatamente il ragazzo si salvò, anche se dopo alcuni interventi chirurgici…

Nel 2019 la DS viene condannata a un mese di reclusione e 15 mila euro di sanzione… con una motivazione che sa di assurdo… praticamente si legge… è vero che l’immobile non è di proprietà della scuola ma dello stato, è vero che la scuola non ha risorse per riparare i danni, è vero che è stato messo un lucchetto e la segnaletica, ma resta sempre poco per rendere sicura una scuola, perchè un lucchetto può essere rimosso e la segnaletica potrebbe non essere un deterrente… praticamente il giudica fa capire che la DS doveva istallare una porta blindata e pagare una guardia svizzera con licenza di sparare a chiunque si avvicinasse alla porta…

Ma l’assurdo non era ancora avvenuto, fino a qualche giorno fa, quando la cassazione invia la sentenza alla DS di un risarcimento di 700 mila euro…

Tutto questo nella nazione dove se uccidi un uomo prendi 16 anni, nessuna pena pecuniaria e poi esci, vai in tv, scrivi libri e tutti felici e contenti… e fortunatamente il ragazzo caduto all’epoca non è deceduto, si è ripreso, laureato e vivo…

Sentenze del genere metteranno i presidi nella condizione di chiudere le scuole che hanno criticità, (l’80% del parco scuole nazionale è vecchio e con pericoli vari)… molto meglio prendersi una denuncia per interruzione di pubblico servizio che una condanna del genere…

In tutto questo, esiste un sindacato che si schieri da parte dei dipendenti o siete buoni solo a chiedere tessere??????? LA SCUOLA TUTTA SI MOBILITI PER UNA DONNA CHE PAGA PER LE INEFFICIENZE DELLO STATO.

I dirigenti scolastici italiani hanno organizzato una racconta fondi on line per la DS Principe, a questo link dove chiunque anche in forma anonima può donare per raggiungere la spaventosa cifra di 700mila euro

Alla preside Franca Principe, tutta la mia solidarietà.
Alfonso Buonagura



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli