11192018In evidenza:

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa al Parco Nazionale del Vesuvio

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa questa mattina ha partecipato al convegno di presentazione del nuovo impianto di 35 telecamere di videosorveglianza di ultima generazione che saranno presenti nel Parco Nazionale del Vesuvio per contrastare lo sversamento di rifiuti e l’ applico di roghi.

“Una giornata importante per il Parco” queste sono state le affermazioni del Ministro che nel suo discorso non ha utilizzato mezzi termini per chiarificare l’indirizzo del ministero per combattere chi “commette dei reati contro il bosco del parco”.

Una Ottaviano blindata per l’arrivo del Ministro-Generale che è stato accolto da un trionfale Luca Capasso vittorioso dalle ultime elezioni amministrative che l’hanno visto trionfare con il 77% dei consensi e un Presidente dell’Ente Parco Agostino Casillo sereno per il non avvento di un terzo anno bis di incendi che l’hanno scorso mandarono in fumo venti kilometri di pineta.



Presenti al convegno tra i tanti politici vi erano anche personaggi pubblici dello spettacolo come il cantante rapper Tueff, che ha subito postato la foto su Facebook, fresco di una cittadinanza onoraria nel Comune di Terzigno conferita in un consiglio comunale straordinario proprio per il suo impegno da volontario per contrastare il fenomeno degli incendi e personalità del mondo dell’Associazionismo Vesuviano tra cui Gianfranco Sepe consigliere e fratello del Presidente del Comitato Armando Diaz di Terzigno Michele Sepe che ne ha guidato la rappresentanza facendo trapelare anche qualche mormorio sull’assenza del giovane Presidente Sepe al convegno dopo l’incoraggiamento in piazza lo scorso giugno per una sua candidatura a sindaco.

Una giornata molto produttiva per la comunità del Parco baciata soprattutto dall’arrivo di un ministro-Generale che prima del convegno ha preferito fermarsi a parlare con i cittadini e rassicurarli sul futuro andamento della comunità Vesuviana.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento