06162019In evidenza:

Il liceo Pilo Albertelli a Roma è stato il primo Liceo al Mondo, che ha giurato contro ogni forma di violenza. Prossima tappa in provincia di Napoli?

Ieri 11/01/2018 il liceo classico Pilo Albertelli di Roma è stato il primo Liceo al Mondo, che si è dichiarato contro ogni forma di violenza, discriminazione, crudeltà omofobia e bullismo, siglando a fine evento un giuramento. Infatti, gli alunni, durante la IV notte nazionale del liceo classico, hanno giurato di non usare mai violenza nel corso della propria vita, e di impegnarsi a rendere migliore il Mondo.

Il giuramento è stato conclusione di una performance artistica, un evento scritto dell’autrice Marina Rapone, attivista contro la violenza sulle donne. Un percorso tra quadri viventi in cui l’autrice trasforma la scuola, dove studiarono tra l’altro Enrico Fermi, Carlo Cassola ed Ettore Scola, in un autentico museo ed ogni classe in un quadro tra emozioni, sogni, angosce e speranze del mondo degli adolescenti.

La dichiarazione di Marina Rapone rilasciata alla nostra redazione:

“Con immenso orgoglio posso dire, che in questo momento storico così difficile per il nostro paese, sono proprio loro, i giovani ad aprirci le porte di un futuro straordinario. E sono giovani Italiani! Nel complicato contesto del centro Italia i nostri giovani si fanno sentire con un autentico giuramento contro ogni forma di violenza, discriminazione crudeltà e bullismo, dando prova di grande civiltà. Quando ho proposto loro il giuramento ho visto subito approvazione nei loro occhi, innocenti ma pieni di speranza e voglia di lasciare una traccia positiva su questa terra. Li ho capito che ci troviamo di fronte una gioventù straordinaria, per quanto complessa certamente. Non dovremmo mai dimenticare crescendo, le speranze che accendevano la nostra adolescenza. Ho ritenuto che sia questo il momento adatto ad un simile evento perché credo che in un’epoca dove gli ideali ed i valori sembrano dispersi, un giuramento collettivo in età scolare possa influire positivamente nei futuri ricordi dei ragazzi. Credo che agire con l’impronta di un percorso artistico in cui i ragazzi sono i veri protagonisti, possa essere più coinvolgente ed appassionante.”

“Probabilmente – continua l’artista romana – il prossimo giuramento verrà fatto in un liceo della provincia di Napoli dell’area vesuviana con la quale Dirigente sono in contatto, e appena sarà concordata la data ne daremo comunicazione ufficiale.”

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento