25.2 C
Napoli
24 Settembre, 2021

Governo dei “migliori”, “fumo” per il Sud ed “arrosto” e “ciccia” per il Nord




La Ministra per il Sud e la coesione territoriale, la forzitaliota di origini salernitane Mara Carfagna, spaccia lo scippo di circa 60 miliardi di euro e passa del Pnrr al Sud come una sua personale vittoria in favore del Mezzogiorno. 

La Viceministra dell’Economia e delle Finanze, la pentastellata di origini torinesi Laura Casellati, non è da meno e fa passare quella che è l’ennesima promessa di perequazione, il superamento della spesa storica, ma solo nel 2030, per una svolta in favore dei bisogni e dei diritti disattesi dei 21 milioni di cittadini meridionali. In realtà, la svolta consiste nel dispensare qualche euro in più pro-capite a chi, invece, avrebbe diritto alla restituzione di 840 miliardi di euro e passa per gli scippi subiti nel corso dell’ultimo ventennio circa.

La Ministra per gli Affari regionali e le autonomie, la forzitaliota di origini bresciane Maria Stella Gelmini, fa da sponda ai satrapi delle Regioni Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna, rilanciando la bozza di legge quadro sull’autonomia differenziata, che mira ad istituzionalizzare definitivamente lo storico divario tra le due Italie.

Insomma, visto da Sud, il Governo dei “migliori” è l’ennesimo Governo in salsa etno-liberista espressione del Grande Partito Trasversale del Nord, che, mentre butta il “fumo” negli occhi dei cittadini meridionali, riserva, invece, non solo l’“arrosto”, ma anche il “grasso”, la “ciccia” e tutto il resto agli appetiti di un sistema Nord sempre più egoista, vorace e vampiresco.

   




Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli