21.7 C
Napoli
20 Giugno, 2021

Edda Cioffi: “Resilienza, empatia e inclusione, le parole chiavi in questo momento storico”



Cari lettori de “Vesuvianonews” incontriamo per la nostra rubrica la dott.ssa Edda Cioffi, professoressa, psicologa e psicoterapeuta. Ex ballerina di danza classica e moderna. Moderatrice e conduttrice di eventi culturali e teatrali.

Cara Dottoressa, come si affronta questo momento storico? Noi psicologi non diamo consigli ma informiamo, formiamo e accogliamo. Tre sono le parole chiave in questo momento storico: Resilienza, empatia e inclusione.

In particolare la resilienza che rappresenta la capacità di far fronte a eventi negativi in modo positivo, uscendone addirittura più forti.

Quali sono le misure di prevenzione che una famiglia dovrebbe adottare in questo momento pandemico? La prevenzione consiste nel non abbassare mai la guardia. Bisogna agire di prevenzione soprattutto primaria ma anche di costante e continua promozione del benessere. Ovviamente per benessere e salute non intendo solo assenza di malattia, ma un benessere bio psico-sociale.

Come analizza e come giudica la DAD per i bambini/ragazzi e quali potrebbero essere le problematiche del domani culturale per loro? Da ogni crisi nasce un’opportunità. Questo periodo complesso ci ha insegnato a utilizzare e mettere in pratica le nostre competenze digitali. La didattica a distanza è stata la soluzione migliore in un periodo complesso come quello pandemico. I rischi di un uso prolungato di piattaforme digitali sono molteplici ma in questo momento storico nel rispetto della salute che è un diritto e un dovere non si poteva fare altrimenti.

Si avvicina il periodo estivo, quali consigli per i bambini? GIOCARE. L’attività ludica stimola le aree emotive, cognitive e sociali dei nostri bambini futuri adulti cittadini.

Dati statici alla mano, nell’ultimo anno sono aumentati le separazioni e soprattutto più violenza sia on line sia fisicamente, che spiegazione può darci? Stare molto a casa non ha di certo aiutato situazioni di violenza domestica magari già presistenti ma sicuramente amplificati dalla convivenza forzata. Non sono solo aumentati in alcuni casi si sono passati.

Depressione ? Come si affronta e come si cura? Ci sono diverse tipologie di depressione. Essendoci diversi tipi di depressione chiaro è che la cura dipende da una buona diagnosi. La diagnosi è un momento fondamentale e si parte da quest’ultima per un corretto trattamento di essa. Affidatevi ai professionisti.

Come si fa a conciliare il lavoro con l’essere mamma? Si fa con impegno passione e dedizione. Si riesce grazie ad una rete che ci supporta e a un sistema famiglia che sostiene e crede nei tuoi progetti.

Progetti? Tanti. Molti realizzati altri ancora no. Tra questi nel mio futuro la politica. Il sogno nel cassetto? Sogno di essere sempre felice come sono ora.

Svelaci un tuo piccolo segreto professionale. L’autenticità. Seguire sempre il mio Se ideale che più rispetta la mia coerenza tra mente cuore e anima.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli