14.7 C
Napoli
7 Dicembre, 2022

È ufficiale : si a riapertura di cartolerie, librerie e cibo d’asporto. Si riparte lunedì 27




Le consegne a domicilio di cibo da asporto riprenderanno in Campania a partire da lunedì 27 aprile. Lo ha deciso la task force Covid della Regione Campania, nel corso di una lunga riunione tenutasi quest’oggi proprio per valutare la riapertura delle attività legate al cibo da asporto, ma anche a cartolerie e librerie. Le attività riprenderanno a lavorare già dal prossimo lunedì, 27 aprile.

Una notizia che sicuramente apre la famigerata fase 2 e dà inevitabilmente un piccolo segnale di ripresa.

E se per noi Campani, maestri dell’arte dell’arrangiarsi, siamo diventati chi più chi meno pizzaioli da casa pur di non rinunciare alla specialità culinaria per eccellenza, beh è arrivato il momento di fare il countdown alla degustazione della pizza… La regina indiscussa che solo le mani sapienti sanno dare.

A chi non manca il suo odore inconfondibile, quella gioia che pervade tutti i sensi: vista, tatto, olfatto, gusto..

Chi di Napoli lo sa’ un amore che va oltre le distanze.

 

La firma sull’ordinanza regionale arrivata alle 22 di oggi, mentre a maggio scatterà la Fase 2 con le successive riaperture.

. Nel corso della riunione di oggi sono state anche discusse le misure precauzionali che dovranno essere rispettate dalle attività, e che dovranno garantire la tutela sia dei dipendenti sia degli utenti, condizione necessaria per permettere il ripristino dei servizi;

le prime misure necessarie

gli interventi di sanificazione e disinfezione che dovranno essere eseguiti all’interno dei locali commerciali,

dei depositi e delle cucine dopo molte settimane di inattività dovute alle norme anti contagio da coronavirus.

La questione del cibo d’asporto, in special modo delle pizze, era tornata di prepotenza all’attenzione nei giorni scorsi, dopo le accese proteste di alcuni ristoratori napoletani , ma anche da part edi alcuni sindaci come anche il Primo Cittadino di Palma Campania Donnarumma, che avevano chiesto di consentire nuovamente le consegne.

Alle richieste il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca aveva replicato dicendo che la linea della Regione Campania non sarebbe cambiata fino a quando non lo avrebbero consentito i dati scientifici sull’andamento dell’epidemia e che non ci sarebbero state modifiche dettate da pressioni.

De Luca aveva infatti  ribadito che consentire le consegne a domicilio di cibo sarebbe stato “troppo pericoloso”.

Negli ultimi giorni i nuovi dati sui contagi, nettamente più bassi rispetto ai precedenti, potrebbero quindi aver indotto la Regione a riflettere sull’opportunità di ripristinare il servizio.

Una buona notizia che da un segnale di ripresa anche economica che ha visto, tra i vari settori interessati, anche quello della ristorazione fortemente provato.

Un regime restrittivo che ha visto la Campania come la regione più coinvolta.

Non resta che aspettare dunque a lunedì 27 aprile per tali settori  mentre per tutti gli altri bisognera’ aspettare qualche altro giorno che chiarirà come sarà e per chi la ripartenza a partire dal 4 maggio.

(Ol. Vi)

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli