22.3 C
Napoli
19 Settembre, 2021

Dopo la Campania ora brucia Roma. Rifiuti in fiamme e sorveglianza latitante




Le telecamere del Tmb Salario spente dal 7 dicembre Vigili del fuoco al lavoro per ore. Alta colonna di fumo e odore acre anche in centro città. “Tenete le finestre chiuse”. Procura indaga per disastro colposo.
Emergenza rifiuti, Raggi: “Aiutateci”. Il ministro Costa: “Le altre regioni diano una mano a Roma” Un vasto incendio è divampato intorno alle 4.30 in un capannone di circa 2.000 metri quadrati adibito a deposito rifiuti nell’impianto Tmb dell’Ama di via Salaria a Roma.



Una densa e alta colonna di fumo si è sollevata dalla struttura, l’odore di bruciato ha invaso perfino il centro della Capitale. I carabinieri indagano sulle possibili cause, la Procura ha aperto un fascicolo per disastro colposo.
Nel pomeriggio si apprende che le telecame di sorveglianza Tmb Salario, usate anche sulla vasca di ricezione dei rifiuti indifferenziati andata a fuoco nella notte, non erano in funzione dal sette dicembre scorso.
Lo hanno appurato i pm nel sopralluogo di questa mattina sul luogo del rogo. L’incendio è divampato in un’area non accessibile dall’esterno. Sul posto è arrivato anche il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.



I tecnici dell’Arpa Lazio sono impegnati a monitorare la qualità dell’aria, mentre l’Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale ha messo in funzione anche “una centralina mobile per l’eventuale rilevazione della presenza di diossina”.
“In attesa dei dati delle misurazioni dell’aria da parte di Asl e Arpa Lazio, le raccomandazioni sono di chiudere le finestre laddove si percepisce odore, ma soprattutto evitare attività all’aria aperta ed evitare di consumare prodotti colti nell’area circostante all’incendio”.

#Roma #emergenza #rifiuti_in_fiamme #pericoloDiossina #appello #VirginiaRaggi #MinistroSergioCosta #Ambiente #disastro #Vicinanza




Potrebbe interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli