08252019In evidenza:

Domani 2 settembre nuova allerta meteo

La Protezione Civile regionale che ha diramato, per domani, una nuova allerta meteo di colore giallo.

In particolare, dalle 6 alle 18, si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, tali da determinare una criticità di colore Giallo sulle zone 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana Sele e Alto Cilento), 8 (Basso Cilento). Previste anche raffiche di vento nei temporali.

 




L’allerta attualmente in vigore per le zone 1, 2, 3 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) permane fino alle 20 di stasera e riprenderà domani. Le precipitazioni registreranno una diminuzione in nottata per intensificarsi nuovamente nelle prime ore della giornata di domani anche sugli altri settori. Si prevedono, infatti, fenomeni temporaleschi caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione. La criticità idrogeologica è gialla ed è legata all’impatto sul territorio delle precipitazioni. Tra le avvertenze connesse ai fenomeni di dissesto idrogeologico si segnalano possibili fenomeni franosi anche rapidi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili; ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse. Inoltre, possibili danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento e fulminazioni; la Protezione civile raccomanda alle autorità competenti di mantenere in essere o provvedere ad attivare tutte le misure necessarie a prevenire e contrastare i fenomeni attesi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento