30.4 C
Napoli
6 Luglio, 2022

Dai paesi vesuviani arriva il pane all’acqua marina




Un prodotto pensato per ridurre il consumo di sale e lo spreco di acqua è il pane fatto con acqua di mare, ricca di minerali naturali, proposto con successo da alcuni panifici vesuviani, e approdato ora nella grande distribuzione, per il momento solo in alcuni supermercati napoletani.

Un alimento che suscita grande curiosità, che porta con sé tutta la suggestione della cultura mediterranea.

Gli ingredienti sono: farina, lievito madre e acqua di mare. L’acqua di mare microbiologicamente pura è fornita da Steralmar, azienda di Bisceglie, l’unica in Italia a produrre acqua di mare per uso alimentare grazie a un procedimento brevettato di depurazione.

I benefici rispetto al pane comune sono notevoli:

  1. La drastica riduzione del sodio lo rende ideale per chi deve seguire una dieta povera di sale, come negli ipertesi, e non solo. Il Ministero della Salute raccomanda di non superare la soglia del 1,3% di sodio nel pane, che è la principale fonte di sale nella nostra alimentazione.Il pane all’acqua di mare ne contiene solo l’1%. Un risultato importante, che ha attirato l’interesse di istituzioni come la Sinu (Società Italiana di Nutrizione Umana).

 

  1. Vanta la presenza di minerali essenziali, quali magnesio, iodio, potassio, ferro e calcio, contribuendo così a fornire una preziosa integrazione nell’alimentazione quotidiana, andando incontro ad una platea di consumatori sempre più attenta alla salute.

“Gli studi approfonditi sinora compiuti attestano le qualità del pane prodotto con l’acqua di mare, che è naturalmente ricco di elementi essenziali per la salute, oltre a essere un ottimo antiossidante”, ha dichiarato Maria Grazia Volpe, ricercatrice del Cnr – Istituto di Scienze dell’alimentazione. “Il suo consumo è indicato per chi deve seguire una dieta povera di sodio e consente di arricchire la dieta di componenti fondamentali”.

Il pane con acqua marina è in vendita da un paio di mesi al Panificio Doc di Mimmo Filosa, a San Sebastiano al Vesuvio, che sta cominciando a distribuirlo fuori regione, visto l’entusiasmo della clientela.

Perché, poi, ha un gusto appetitoso anche se è un pane iposodico.

InFORMAti dalla nutrizionista 
A cura della dottoressa Coppola Marica, biologa nutrizionista.

 

https://business.facebook.com/dottoressacoppola/
https://www.instagram.com/dottoressacoppolamarica/

 

 

 

Potrebbe interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli