10 C
Napoli
29 Novembre, 2022

Conte annuncia le misure contenute nel Dpcm che entrerà in vigore dal 4 maggio. Eccole nel dettaglio




“Inizia la Fase due” così il Premier Giuseppe Conte ha aperto la sua conferenza stampa per annunciare la seconda fase delle misure anticontagio. “Stiamo contenendo la pandemia ma ora inizia la fase di convivenza col virus” ha spiegato Conte. “Se ami l’Italia mantieni le distanze” ha esortato però il Presidente del  Consilgio Conte ringraziando tutti gli italiani e invitandoli a rispettare le misure di distanziamento sociale perché “La curva del contagio potrebbe risalire nella fase due e occorrerà un comportamento responsabile”.

La FASE 2 porterà cambiamenti importanti rispetto alla situazione di blocco che stiamo continuando a vivere da oramai due mesi. Sarà un’Italia che riparte dopo il LOCK-DOWN messo in atto per arginare la diffusione del CORONAVIRUS. Adesso è tempo di ripartenza, ma anche di convivenza col virus. Purtroppo, nella FASE 2 che inizierà il 4 maggio, dobbiamo essere ancor più attenti a tutti i movimenti che facciamo mettendo in atto tutte le regole di protezione e distanziamento.

Per la fase due ci sarà un blocco dei prezzi delle mascherine, lo ha spiegato Giuseppe Conte. I dispositivi di protezione individuale avranno prezzi calmierati con le mascherine chirurgiche ferme a 50 centesimi. Il governo lo farà attraverso il commissario Arcuri pensando a varie misure come l’abolizione dell’Iva su questi strumenti che saranno introdotte in un prossimo decreto

Conte: Avrà applicazione a partire dal 4 maggio. Gli spostamenti all’interno della regioni saranno mantenuti con i provvedimenti attuali per fino al 18 maggio. Saranno concessi solo gli spostamenti per necessità.

Consentiti spostamenti mirati per far visita a congiunti.

Conte: “Vietati assembramenti in pubblico e nel privato: no ai party.

Garantiamo accesso a luoghi pubblici come i parchi, a discrezione delle amministrazioni locali.

Attività motoria sarà possibile con distanza di 2 metri per le attività agonistiche e 1 metro per quelle semplici. Acconsentiti gli allenamenti mantenendo le distanze.

Dal 4 maggio dunque ci si potrà muovere per andare a trovare i propri parenti più stretti, lo ha comunicato il Premier Conte per la Fase due, sottolineando però che permangono i divieti di assembramento anche in luoghi privati e l’autocertificazione rimane necessaria così come l’obbligo di mascherine. “Consentiamo l’accesso a ville, a parchi pubblici ma nel rispetto delle distanze e delle prescrizioni di sicurezza”, i sindaci però potranno chiudere parchi e giardini pubblici se non si può garantire il distanziamento sociale. Non è ancora consentito invece il trasferimento in altre regioni fatto salvo che per motivi di lavoro

Conte:” Serrata interlocuzione sulla possibilità di partecipare alle cerimonie funebri. Sarà da ora possibile il loro svolgimento con l’esclusiva partecipazione di congiunti, con massimo 15 partecipanti, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza.

Ringrazio la CEI e comprendo la sofferenza dei credenti, impossibilitati a frequentare le funzioni religiosi, ma al momento il comitato tecnico-scientifico ha espresso l’impossibilità ad un ampliamento della partecipazione popolare.”

Dal 4 maggio via libera ai funerali, lo ha annunciato il Premier Giuseppe Conte per la fase due. Queste celebrazioni religiose però avranno delle forti limitazioni: si potrà partecipare solo in 15 persone mantenendo sempre le distanze e con mascherine. Conte ha annunciato che il governo sta pensando e valutando anche il via libera ad altre funzioni religiose per le prossime settimane.

Conte:” Attività produttive: riapriamo numerose filiere, mettendo ben in chiaro che è necessario rispettare il nuovo protocollo di sicurezza” .

Dal 1 giugno potranno riaprire bar, ristoranti e parrucchieri” lo ha annunciato il Premier Conte per la fase due. “Il piano che abbiamo messo a punto e che stiamo ancora preparando prevede che il 18 maggio aprirà il commercio al dettaglio che è accessorio all’attività manifatturiera e alle costruzioni”. poi riapriranno musei, mostre e biblioteche e gli allenamenti delle squadre. “Il 1 giugno invece è la data per cui vorremmo riaprire le attività dei bar, delle ristorazioni,parrucchieri, centri estetici, barbieri e centri massaggi, quindi quelle attività di cura della persona” ha spiegato infatti Conte in conferenza stampa. “Un programma a tappe con un serie di cautele che comunicheremo per tempo in modo che tutti gli interessati potranno mettersi nelle condizioni di poter riaprire”. Intanto “Dal 4 maggio è consentita anche una maggiore attività in ristorazione con asporto ma nessun assembramento all’esterno, nel ristorante si potrà entrare uno alla volta” ha ha spiegato il premier Conte.

Le scuole resteranno chiuse fino a settembre per il rischio di nuovi contagi, lo ha annunciato il Premier Conte in conferenza stampa. “Secondo gli sudi, nel caso di apature delle scuole avremo nel giro di una o due settimane una nuova impennata di casi” ha spiegato Conte rispondendo a una domanda dei giornalisti, ricordando inoltre che l’età media del personale scolastico è tra le più elevate in europa. “La mistra Azzolina sta lavorando per far ripartire le scuole a settembre nella maniera migliore possibile” ha ricordato Conte  che parlano degli Esami di Stato ha spiegato: “Dobbiamo consentire l’esame a tutti in conferenza personale”.

Dalla metà del mese prossimo potrebbero riaprire anche i musei che saranno in grado di rispettare le prescrizioni di sicurezza.

(Ol. Vi)

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli